14 Febbraio 2005

FUMO: DOPO L’ENTRATA IN VIGORE DELLA LEGGE SIRCHIA AUMENTA INCREDIBILMENTE…

    FUMO: DOPO L’ENTRATA IN VIGORE DELLA LEGGE SIRCHIA AUMENTA INCREDIBILMENTE ANCHE IN ABRUZZO IL NUMERO DI MOZZICONI DI SIGARETTA ACCUMULATI FUORI DAI LOCALI CODACONS E LISTACONSUMATORI DIFFIDANO I COMUNI DELLA REGIONE ABRUZZO AD INCREMENTARE LA PULIZIA DELLE STRADE E METTERE POSACENERI FUORI DAI LOCALI

    Dopo l’entrata in vigore della Legge Sirchia che vieta il fumo all’interno dei locali chiusi, sprovvisti di sala fumatori dotata di aeratori, molti sono gli utenti che, al ristorante come al pub, si riversano fuori dai locali per fumare.
    Ciò determina inevitabilmente che le cicche delle sigarette vengano gettate a terra, creando così un non piacevole tappeto di mozziconi davanti l’ingresso dei locali.
    Secondo le stime di Codacons e Listaconsumatori, anche nelle principali città dell’Abruzzo, la presenza di cicche fuori da bar, ristoranti, pub, ecc., è aumentata del 40% rispetto ai mesi precedenti all’introduzione delle legge antifumo. Non è aumentata però la pulizia delle strade, che purtroppo sono invase da cicche di sigarette che si accumulano davanti alle entrate dei locali.
    Codacons e Listaconsumatori Abruzzo diffidano oggi i Comuni di Chieti, Pescara, L’Aquila e Teramo, a mettere fuori dai locali grandi posaceneri per i fumatori ed incrementare la pulizia delle strade, soprattutto nel fine settimana, rimuovendo così i mozziconi abbandonati dai clienti dei locali, che a lungo andare oltre a creare un brutto effetto antiestetico, deturpano le strade delle città. Se non verranno presi provvedimenti – fanno sapere al Codacons – saremo costretti a rivolgerci alle Procure della Repubblica, anche in relazione al pericolo di epidemie determinato dall’elevato numero di cicche abbandonate e venute a contatto con saliva e germi.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox