27 Febbraio 2014

Frana di Vietri, non c’ è certezza sui tempi

Frana di Vietri, non c’ è certezza sui tempi

SALERNO – Frana tra Salerno e Vietri: l’ incontro tanto atteso in prefettura, rimandato più volte in questi giorni, si è tenuto ieri sera alla presenza del prefetto Gerarda Maria Pantalone. A seguito di quanto riferito dai tecnici sulle ispezioni effettuate sembra che “il definitivo ripristino della transitabilità avrà tempi al momento non quantificabili”. Detto ciò, la riunione ha in sostanza approvato tutte e quattro le istanze presentate dal sindaco di Vietri, Franco Benincasa. O quasi. La prima, che riguarda il pedaggio gratuito, è stata confermata solo per l’ orario mattutino, infatti già da oggi dalle 7 alle 10 non si paga in entrambi i sensi di marcia. Il pomeriggio dalle 16 alle 18 si paga invece l’ uscita da Cava dè Tirreni. «Inoltre – dice Benincasa – abbiamo ottenuto l’ allungamento dei treni, con più carrozze, per reggere il più alto numero di utenza possibile». La provincia di Salerno incrementerà il trasporto su gomma per i comuni di Costa d’ Amalfi- Cava- Salerno e ritorno. L’ assessore alla mobilità del Comune di Salerno Luca Cascone, presente all’ incontro, rassicura: «nei prossimi giorni metteremo a disposizione una navetta, sperando naturalmente che si apra un varco almeno per il passaggio pedonale». Gli oneri per il servizio saranno a carico dei due comuni, Vietri e Salerno, ciascuno per il suo tratto di competenza. Per quanto riguarda l’ apertura di almeno un senso unico alternato si dovranno aspettare minimo 15 giorni a partire da lunedì prossimo. Nelle ore che hanno visto i rappresentanti degli enti locali e provinciali riuniti in prefettura è stato diffuso un durissimo comunicato di Codacons Campania: «Disagi inspiegabili “franano” sui cittadini e centinaia di utenti stanno contattando il Codacons di Salerno per far sentire la loro voce», si legge nella nota a firma del presidente Codacons Campania, Enrico Marchetti. Oltre al danno economico che deriva dalla chiusura della strada, secondo Codacons, gli utenti lamentano anche le esenzioni nel pagamento del pedaggio. Queste ultime riguardano una fascia oraria che può interessare solo poche categorie di lavoratori, sono esclusi dalle agevolazioni ad esempio i liberi professionisti, le commesse di esercizi commerciali, i commercianti e tante altre categorie. Non solo a Vietri, ma lungo tutta la costiera la situazione della viabilità è insostenibile. Infatti, ieri abbiamo verificato di persona le cinque interruzioni in pochi chilometri da Cetara a Vietri sul mare. Tale cadenza nel ripetersi dell’ interruzione della viabilità, denuncia Codacons, è oramai puntuale e dimostra che non c’ è organicità negli interventi a difesa del territorio né programmazione nella manutenzione e nella messa in sicurezza della rete viaria. A breve Codacons Campania presenterà un dossier in Prefettura per evidenziare i disagi patiti dagli utenti della strada che da Amalfi porta a Salerno. Infine, mentre ci sono buone notizie per la strada regionale 562 Mingardina che riapre dopo essere rimasta chiusa per frana per oltre 40 giorni, l’ Anas comunica che è stato prorogato dal 1 marzo al 30 giugno 2014 il senso unico alternato, tra il km 33,550 e il km 33,750 della strada statale 517 “Bussentina”, nel Comune di Torre Orsaia. Disagi senza fine. Bledar Hasko RIPRODUZIONE RISERVATA.
bledar hasko

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox