14 Giugno 2006

Forni, pizze e acrobazie è la giornata del pomodoro

Pizze e acrobazie oggi a piazza Trieste e Trento. A Napoli cinque pizzaioli acrobati preparano oltre mille “margherite“ e “marinare“ esclusivamente con pomodoro italiano doc. Dalle 10 in poi saranno cotte le pizze su un tir attrezzato con due forni a legna. L`iniziativa è di Coldiretti che ha indetto per oggi la “Giornata nazionale del pomodoro italiano“. Da domani infatti entra in vigore la legge che obbliga a indicare sull`etichetta di tutte le passate la provenienza del pomodoro. “Si tratta di una importante vittoria di Coldiretti – afferma Vito Amendolara, direttore regionale della confederazione campana – che ha raccolto oltre un milione di firme tra i consumatori“. L`inziativa è stata sposata in Campania da molte associazioni dei consumatori: Adoc, Adiconsum, Federconsumatori, Codacons. Adesioni anche dalle associazioni ambientaliste: Wwf, Legambiente, Italia Nostra, Lipu. L`assenso è giunto anche dall`Associazione Verace Pizza Napoletana. Al presidente Antonio Pace la Coldiretti Campania propone oggi di stipulare un accordo con il quale tutti i pizzaioli aderenti all`associazione si impegnano a utilizzare solo pomodoro italiano. L`obbligo dell`etichetta per le confezioni di pomodoro scatta a un anno esatto da uno stesso provvedimento preso per il latte fresco. È da giugno 2005 che è infatti obbligatorio indicare sull`etichetta il luogo nel quale è stato munto il latte. “Non ci fermeremo qui – sostiene Gennaro Masiello, presidente campano di Coldiretti – intendiamo chiedere etichette trasparenti anche per gli altri alimenti della dieta mediterranea“. Dai dati di Coldiretti risulta che ogni famiglia campana acquista ogni anno 31 chili di pomodori trasformati: 14 chili di pelati, 11 di passate, 5 di polpe o pomodori a pezzi e un chilo di concentrati o altri derivati. E se la Campania non è più la regione per eccellenza dove si coltiva il pomodoro, “resta – sostiene Amendolara – la capitale della trasformazione dell`oro rosso. Moltissime industrie che lavorano la materia prima hanno sede proprio in Campania. Ed è per questo che la giornata nazionale del pomodoro si celebra a Napoli con tanto interesse“. L`obiettivo di Coldiretti è limitare l`importazione del prodotto dall`estero.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox