14 Giugno 2017

Formiche nel letto a Napoli In ospedale arrivano i Nas

di Andrea ScutellàwROMALe formiche corrono sulle lenzuola del letto d’ ospedale, si arrampicano sul catetere vescicale, sul braccio della paziente. E chissà dove altro arrivano. È impietoso lo scatto dal consigliere verde della Regione Campania Francesco Emilio Borrelli, catturato all’ ospedale San Paolo di Napoli. Ed è impossibile fermare il collegamento mentale con un’ altra immagine di assoluto degrado ospedaliero: i pazienti del pronto soccorso di Nola che vengono curati in terra, neanche fossero in un ambulatorio da campo a Raqqa o a Baghdad. Verrebbe da dire: è la sanità campana, bellezza. Ma l’ Italia è il Paese in cui 12 milioni di persone sono escluse dalle cure per motivi economici, secondo l’ ultimo rapporto del Censis. Non basta, dunque, il tentativo di lustrare i le aiuole del cortile appena si accendono i riflettori e arrivano le telecamere, il giorno dopo la foto. Ancora Borrelli riprende la scena di due addetti che si accingono a pulire l’ ingresso dell’ ospedale San Paolo dopo i fatti. E inizia il bailamme politico. Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, nella mattinata di ieri ha visitato il reparto. «Mi hanno detto – ha spiegato De Luca ai giornalisti presenti all’ esterno dell’ ospedale – che ci sono problemi di questo tipo quando i pazienti sono alimentati con sacche nutrizionali ricche di glucosio e zuccheri. Mi sono recato nel reparto, è pulito». Sulla funzionalità delle cure ai cittadini, però, il presidente non si fa illusioni. «Al di là di questo – aggiunge – la sanità in Campania è un disastro. Stiamo lavorando fino all’ ultimo respiro affinché torni un centro di eccellenza. Per troppi anni è stata penalizzata dalla politica politicante, inquinata da delinquenti, camorristi e affaristi di ogni tipo». Il suo acerrimo rivale, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, non perde l’ occasione per tirare una stoccata. «Non voglio fare polemica nei confronti di chi ha competenza sulla sanità e ogni giorno fa propaganda nel dire che da quando è arrivato “qualcuno” nella nostra regione la sanità è diventata più efficiente. Siamo passati dal “niente più barelle”, ai malati tutti giù per terra alle formiche». Anche la Lega Nord, storicamente poco interessata ai diritti dei cittadini italiani dal Lazio in giù, ha parlato di «ennesima testimonianza dell’ incapacità del governatore De Luca di gestire il sistema sanitario regionale». Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, intercettata a margine di un convegno sulla sicurezza alimentare all’ Università Luiss, ha commentato: «È una cosa indegna. Come tutti abbiamo appreso la notizia dai siti e abbiamo immediatamente mandato i Nas e oggi arriverà anche una task-force». In seguito a un esposto del Codacons, la procura di Napoli ha aperto un’ indagine sulla vicenda.©RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox