13 Aprile 2016

Fondi Piemonte: avvocato Regione, ora costi ridotti 2,5 mln

Fondi Piemonte: avvocato Regione, ora costi ridotti 2,5 mln

TORINO
(ANSA) – TORINO, 13 APR – Rispetto all’epoca delle ‘spese pazze’ oggi “il consiglio regionale costa ai piemontesi due milioni e mezzo in meno all’anno”. Lo ha sottolineato in tribunale a Torino l’avvocato Alessandro Mattioda, patrono di parte civile per la Regione al processo per i rimborsi agli ex consiglieri. “La riduzione dei costi – ha aggiunto – non ha compromesso la funzione legislativa dell’assemblea”. La Regione è costituita parte civile contro cinque dei 25 imputati (quelli che non hanno ancora risarcito l’ente). Mattioda ha “suggerito” al tribunale di liquidare un danno non patrimoniale di 40 mila euro. L’avvocato ha anche criticato il comportamento dei consiglieri: “Io sono un dipendente della Regione – ha detto – ma non mi sogno nemmeno di farmi rimborsare gli abiti che indosso quando vado in ufficio. E non ho bisogno di regolamenti, di corsi o di riunioni per rendermene conto. Così come non mi faccio rimborsare i biglietti per la partita della Juve o per il teatro dell’opera”. L’avvocato Tiziana Sorriento, per il Codacons, ha chiesto un risarcimento di 70 mila euro. Il tribunale ha poi ceduto la parola alle difese. Il primo ad intervenire è stato l’avvocato Giovanni Nigra, che ha chiesto l’assoluzione per Michele Giovine (Pensionati per Cota) affermando che non ha mai fatto spese che fossero estranee alla sua attività politica. Per Giovine la procura aveva chiesto la condanna più alta: quattro anni e quattro mesi. (ANSA).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox