9 Aprile 2013

FIUMICINO, PARCO LEONARDO: SIGLATA CLAMOROSA INTESA TRA CODACONS ED IL CANDIDATO A SINDACO DEL COMUNE DI FIUMICINO ESTERINO MONTINO

    FIUMICINO, PARCO LEONARDO: SIGLATA CLAMOROSA INTESA TRA CODACONS ED IL
    CANDIDATO A SINDACO DEL COMUNE DI FIUMICINO ESTERINO MONTINO

    APPENA
    ELETTO IL SINDACO SI IMPEGNERA’ A COMPLETARE IL VERDE PUBBLICO
    ATTREZZATO, IL SISTEMA DI VIABILITA’ E A CREARE UN CENTRO DI
    AGGREGAZIONE DESTINATO AI RESIDENTI

    Da anni ormai i residenti del complesso residenziale Parco Leonardo lottano nelle aule dei Tribunali per la tutela dei propri diritti.
    Oggi, martedì 9 aprile 2013, sembra si stia arrivando ad un punto di svolta.
    In data odierna, infatti, a seguito di una riunione con il CODACONS, Esterino Montino, candidato Sindaco del Comune di Fiumicino, ha siglato un’intesa programmatica in virtù della quale, in caso di sua elezione, si è impegnato formalmente a dar seguito alle seguenti iniziative:
    Ecco in dettaglio l’impegno firmato:

    1)    Istituzione di uno sportello speciale Codacons a Parco Leonardo per la risoluzione dei problemi consumeristici dei cittadini;
    2)    controllo tecnico da parte del Comune di Fiumicino al fine di censire con esattezza l’elenco delle opere di urbanizzazione primarie e/o secondarie ancora da realizzare/completare dal Consorzio SPI giusta Convenzione del 1998;
    3)    predisposizione di un’immediata diffida da indirizzare al costruttore al fine di provocare l’inversione dell’ordine delle priorità, anteponendo alle nuove costruzioni le infrastrutture e il parco nonché la messa a disposizione di una sede destinata ai rappresentanti degli  abitanti del centro residenziale di Parco Leonardo;
    4)    l’impegno del Comune ad una tempistica con termini stabiliti entro i quali adotterà, in caso di inerzia, i poteri sostitutivi;
    5)    richiedere l’apertura immediata di un tavolo di conciliazione tra costruttore ed acquirenti, l’adesione al quale comporti la concreta disponibilità delle parti a risolvere transattivamente il contenzioso;
    6)    richiedere l’istituzione di un gruppo paritetico di avvocati del Comune, degli abitanti e del costruttore e del Codacons che si impegni a riscrivere lo statuto del Consorzio Spiges, emendandolo delle clausole vessatorie e/o illegittime.

    Tale intesa rappresenta per il Codacons un grande risultato per i cittadini residenti e per i loro diritti violati.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox