fbpx
11 Febbraio 2013

Fiumicino in tilt, bonifica a Ciampino Mattinata di caos negli scali romani

Fiumicino in tilt, bonifica a Ciampino Mattinata di caos negli scali romani

Caos e disagi ieri mattina per i passeggeri all’ aeroporto di Fiumicino: per due ore, dalle 7 alle 9, è andato in tilt per un guasto il sistema informatico denominato Arcoutilizzato per tutte le operazioni di check-in e di carico dei bagagli dall’ Alitalia e dalle compagnie aeree Jat, Tunis Air e Royal Air Maroc. Inevitabili le ripercussioni per tutte le operazioni di accettazione dei passeggeri e dei relativi bagagli, con conseguenti ritardi, anche superiori ai 70 minuti, nella partenza di alcuni voli nazionali e internazionali. Il guasto tecnico di ieri, avviene, peraltro, a otto giorni dall’ incidente dell’ Atr 72 della compagnia romena Carpatair, che operava il volo AZ1670 Pisa-Roma per conto di Alitalia. Nello scalo romano ieri è stata una mattinata campale per centinaia di passeggeri che, per tutta la durata del black-out, hanno formato lunghe file soprattutto in corrispondenza dei voli Alitalia al Terminal 3 per Miami, Caracas, Algeri e Nizza, dal momento che le operazioni di accettazione, per circa due ore, si sono svolte manualmente. Solo dopo le 9 il sistema informatico è stato ripristinato e la situazione progressivamente è tornata verso la normalità. Tanti i passeggeri esasperati. Siamo arrivati intorno alle 7 per imbarcarci sul volo di Alitalia per Miami che doveva decollare alle 9.15 – ha raccontato Ester, una turista romana in procinto di partire per la luna di miele – ma una volta giunti qui ci hanno riferito che per un guasto al sistema informatico, l’ aereo non sarebbe partito prima delle 11. Lo stesso disservizio si è verificato per i passeggeri dei voli diretti a Nizza, Caracas e Algeri. Il nostro aereo di Alitalia per Nizza doveva partire alle 9.05 – spiega una viaggiatrice – dopo una fila estenuante, con le hostess, che a parte riferirci del guasto informatico non sapevamo dirci altro, alla fine è decollato con oltre un’ ora di ritardo. Nello scalo romano solo poco dopo le 11 tutte le operazioni di check-in dei voli Alitalia sono tornare a svolgersi normalmente. Mentre le polemiche sono decollate. Ci chiediamo se anche il sistema informatico Arco sia stato appaltato da Alitalia ai romeni di Carpatair – ha detto il presidente del Codacons Carlo Rienzi -. Ciò che è accaduto è assurdo e intollerabile, ci chiediamo come sia possibile che nel 2013, in uno degli scali più importanti del mondo, Alitalia possa rendersi protagonista di problemi di questo tipo. E ieri qualche disagio, seppur lieve, si è registrato, per altri motivi nello scalo romano di Ciampino: dalle 10 alle 12 ci sono state restrizioni del traffico aereo a causa delle operazioni di disinnesco e rimozione di una bomba d’ aereo americana risalente alla II guerra mondiale, con oltre 200 chili di esplosivo, trovata nel comune di Ciampino. A subire variazioni d’ orario sono stati due voli della compagnia Ryanair in partenza per Santander e Alghero e altrettanti in arrivo da Cracovia e Parigi.

 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox