fbpx
22 Luglio 2019

Fiume Calore in secca, allarme della Codacons

 

PIAGGINE (rs)- Anche quest’ anno il fiume Calore subisce la secca. Il calore estivo di quest’ anno non ha fatto bene al bacino acquifero, che si ritrova ancora in sofferenza, nonostante le recenti precipitazioni che hanno diminuito la gravità della situazione. La captazione delle acque sorgive sul Monte Cervati ha come con seguenza una totale ‘secca’ a valle, nel tratto di Piaggine. Le conseguenze per l’ ambiente possono essere, alla lumga, davvero devastanti. L’ allarme lo lancia la Codacons, nella persona dell’ avvocato Pierluigi Morena, dell’ ufficio legale dell’ associazione. “Il danno è visibile a tutti. Per un tratto lungo alcuni chilometri la fauna e la flora fluviale sono lasciati senza un goccio d’ acqua, con irreversibili pregiudizi per l’ ambiente”. “Senza considerare che la ‘secca’ stravolge l’ identità del comune montano, attraversato nel suo centro storico da un fiume di notevole pregio paesaggistico, desolatamente morto nei mesi estivi”, conclude il legale.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox