30 Agosto 2013

Fisco: Codacons, governo prende in giro inquilini

Fisco: Codacons, governo prende in giro inquilini

ROMA (MF-DJ)–“Sull’ abolizione dell’ Imu il Governo ha deciso di tartassare gli inquilini, facendo pagare la service tax alla categoria da sempre piu’ penalizzata dal fisco, dato che non ha mai potuto detrarre l’ affitto dal reddito imponibile, ai fini Irpef”. Questo il commento del Codacons alle misure fiscale approvate dal Consiglio dei Ministri. “La dichiarazione del ministro per gli Affari regionali Delrio apparsa oggi sul Corriere della Sera – prosegue la nota – secondo la quale il Governo mettera’ “un tetto massimo al gettito che i Comuni potranno prendere dagli inquilini. Non piu’ del 20% sul totale della nuova tassa, se possibile anche meno”, suona decisamente come una beffa, una presa in giro, dato che gli inquilini in Italia sono il 18%. Secondo l’ ultimo Annuario Statistico Italiano, infatti, il 72,4 per cento delle famiglie residenti e’ proprietario dell’ abitazione in cui vive mentre le famiglie che pagano un canone d’ affitto per l’ abitazione in cui vivono rappresentano appena il 18% delle residenti. Con il tetto del 20%, quindi, gli inquilini potrebbero finire per pagare piu’ dei proprietari”. Sulla dichiarazione invece del viceministro Stefano Fassina, secondo il quale l’ aumento dell’ Iva e’ ormai irrimediabile, il Codacons mette in guardia il Governo, dato che “l’ aumento dell’ Iva sarebbe ancora peggio dell’ Imu. Meglio ripristinare l’ Imu, quindi, che aumentare l’ Iva che avrebbe effetti nefasti su consumi ed inflazione. L’ Iva, infatti, essendo proporzionale, a differenza dell’ Imu, che, grazie alle rendite catastali, ha un barlume di progressivita’, farebbe molto piu’ male a quelle famiglie che non arrivano a fine mese”. com/rga (fine) MF-DJ NEWS.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox