4 Ottobre 2013

FISCO: 492MILA LE CASE FANTASMA, VALGONO 288MLN TASSE

    FISCO: 492MILA LE CASE FANTASMA, VALGONO 288MLN TASSE

    CODACONS: ORA INTERVENITE SULLE FINTE PRIME CASE!

    GOVERNO TROVI I 2,3 MILIARDI PER LA SECONDA RATA IMU DALLA LOTTA ALL’EVASIONE

    Secondo quanto reso noto oggi dall’Agenzia delle Entrate l’operazione “case fantasma” si è chiusa con l’attribuzione a più di 492mila immobili di una rendita presunta complessiva di 288 milioni di euro. L’intera operazione “case fantasma” è suscettibile di generare, secondo il Dipartimento delle Finanze, un maggior gettito complessivo di 589 milioni di euro, 444 milioni di euro ai fini Imu, 137 per Irpef e cedolare secca e 7,5 milioni di euro ai fini dell’imposta di registro sui canoni di locazione.
    Per il Codacons questi dati dimostrano perché il Governo dovrebbe concentrare la sua attenzione sull’evasione collegata alla casa, trovando in questo modo la copertura per scongiurare la seconda rata dell’Imu. Per l’associazione di consumatori, infatti, se al maggior gettito già stimato di 589 milioni si aggiungesse, ad esempio, quello collegato alle finte prime case, si potrebbe trovare la copertura per i 2,3 miliardi mancanti per l’Imu, se non per il 2013, almeno per il 2014.
    Sarebbe, infatti, il colmo dei colmi se il pagamento dell’Imu fosse sostituito dalla service tax, specie se si considera che facendo scattare l’aumento Iva il Governo si è già ripreso tutto il mancato gettito Imu. Ricordiamo che il versamento medio dell’Imu per la prima casa è pari a 225 euro, mentre, per una famiglia media di 3 persone, l’Iva al 22%, a regime, ossia su base annua e a parità di consumi, vale 209 euro. In pratica finora il Governo ha ridato alle famiglie la miseria di 16 euro.
    Ecco perché ora bisogna combattere l’evasione di chi acquista una seconda casa e la intesta a figli e parenti per sfruttare le agevolazioni fiscali sulla prima, risparmiando, in tal modo, su imposta di registro, ipotecaria e catastale. E’ facilissimo trovare gli evasori. Un controllo dei vigili, oltre che le bollette di luce e gas, sarebbero sufficienti per capire che la casa non è abitata tutto l’anno.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox