21 Ottobre 2017

Firenze, Santa Croce chiusa per lutto dopo la tragedia

A FIRENZE «Attoniti per quanto accaduto, la presidente, il consiglio di amministrazione, la direzione e tutto lo staff dell’ Opera di Santa Croce esprimono il loro più profondo cordoglio ai parenti della vittima». È quanto è scritto, in italiano e in inglese, in un cartello apposto ieri sul portone d’ ingresso della basilica di Santa Croce, a Firenze, chiusa per lutto dopo che giovedì pomeriggio un turista spagnolo di 52 anni è morto colpito da un frammento lapideo caduto dalla sommità di una navata della chiesa. Accanto al cartello un giglio bianco. Molti visitatori stranieri si sono fermati a leggere il cartello e hanno scattato fotografie. Ieri mattina, i frati francescani del convento di Santa Croce hanno celebrato una messa in suffragio della vittima dell’ incidente. «Non solo una tragedia e una mor te evitabile, ma anche un enorme danno per il turismo italiano e per l’ immagine del nostro paese all’ estero». Lo afferma, in una nota, il Codacons, in merito alla vicenda del turista spagnolo morto a Firenze. «Non si può morire visitando una chiesa storica, peraltro sottoposta a controlli e verifiche costanti, che ogni giorno registra migliaia di presenze», sottolinea nella nota il presidente del Codacons Carlo Rienzi. B.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox