29 Settembre 2020

Finito con Ferragni e Vezzoli, Codacons spezzi le reni a Caravaggio

Instagram f È una vergogna. Vorrei segnalare agli enti preposti al buon costume e alla tutela della nostra identità morale che, da studi certificati, risulta che uno pseudo artista da strapazzo, un poco più che aggraziato illustratore del 1600, tal Michelangelo Merisi da Caravaggio, dipinse più e più volte figure sacre e, squallore massimo, la Vergine in pose scabrose e irrispettose, servendosi (qui siamo veramente alla pazzia) di prostitute e donne di malaffare come modelle. Mi piace fare nomi e cognomi, trattasi di tale Anna Bianchini , detta “Annuccia dai capelli rossi”, figlia d’ arte verrebbe da dire poiché la madre fu prostituta e prostituta fu quindi anche lei, già nota nei bassifondi di Roma per le sue pratiche a buon mercato, ma anche di Maddalena Antognetti detta “Lena”, definita da molti come la convivente del Michelangelo stesso, col quale ovviamente si giacque nel peccato. Quest’ ultima sembra, in gioventù, abbia addirittura (orrore degli orrori) indotto in tentazione persino un Cardinale. Vedere esposti nei musei di tutto il mondo e addirittura nelle chiese, mi viene in mente a titolo esemplificativo la bellissima basilica di Sant’ Agostino a Roma, questi dipinti così immorali, è davvero un turpiloquio contro la civiltà, contro la religione ed anche, permettetemelo, contro la bellezza. Chiedo immediatamente che vengano rimossi e che l’ opera tutta di questo imbianchino sacrilego venga distrutta e consegnata all’ oblio e anzi al disonore che merita. Mi giunge poi voce che siano comparse anche ai nostri giorni, su questa diavoleria virtuale chiamata internet, immagini sacre in cui un artistucolo contemporaneo avrebbe infettato l’ immagine sacra della Madonna con il volto di una, sembra, nota non so cosa perché nota proprio per le sue attività sulla diavoleria di cui sopra per la quale non nutro alcun interesse; mi dicono comunque che la giovane donna si chiami Chiara Ferragni . Questo tale Francesco Vezzoli , sembra anche lui abbastanza popolare, certo non come il sacrilego Caravaggio ma comunque ben conosciuto (che tempi bui) in tutto il mondo, pare sia solito diffondere icone, che alcuni ignoranti chiamano opere d’ arte, in cui personaggi famosi interpretano, malamente e irrispettosamente, ruoli ben più alti di loro. Già che ci sono chiedo la messa al bando anche sua e anche della famosa non so cosa. Non se ne può veramente più di questa continua blasfemia, lo dico da cristiano, credente inizialmente per educazione familiare e poi per convinzione di vita personale. Ora perdonatemi ma ho da badare alle cose della mia casa, devo fare provvista di legna per questo freddo autunno 2020 e soprattutto trovare dell’ olio per le lampade perché sono quasi all’ asciutto. Segnalo che da tempo non vi sono più quelle belle gogne in pubblica piazza e soprattutto quei bei roghi di eretici e streghe, che tanto univano il popolo. Essendo in massima parte all’ aperto si potrebbero riprendere tali attività, magari con le giuste precauzioni per via di questo maledetto virus frutto del peccato. Per esempio, per dire, a campo de’ Fiori ci si starebbe, seppur distanziati, in tanti.
andrea martella

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox