fbpx
7 Settembre 2019

Ficoncella, si indaga sui canoni

L’ INCHIESTA Verifica dei pagamenti per la concessione della gestione della Ficoncella. A questo starebbe lavorando la Procura della Repubblica dopo il blitz dell’ altro giorno di Carabinieri e Asl al sito termale, eseguito su specifico mandato della stessa magistratura inquirente. Dunque, qualcosa non sarebbe del tutto trasparente su quei pagamenti, o quanto meno così sembra a una prima, seppur parziale, verifica eseguita dai militari dell’ Arma, dopo l’ acquisizione e la visone della documentazione relativa appunto alla concessione. Lavoro che in ogni caso dovrà necessariamente essere approfondito. Uno di questi approfondimenti, a quanto pare, riguarderebbe una conferenza dei servizi, svoltasi tempo fa da rappresentanti del comune di Civitavecchia, a cui avrebbero partecipato anche rappresentanti del comune di Viterbo e della proprietà del sito termale viterbese Terme dei Papi, che secondo i bene informati sarebbe fortemente interessato all’ acquisto della Ficoncella e dell’ intera area termale. Ma va aggiunto che, per quel che riguarda i pagamenti per la concessione, questi risalirebbero anche a molti anni indietro. Nessun problema, invece, sembra sia stato riscontrato relativamente alle condizioni igienico-sanitarie delle vasche e di tutti i servizi di cui è dotata la struttura. L’ unico problema sarebbe stato evidenziato in un bagno, non del tutto pulito, ma a quanto pare comunque entro condizioni accettabili. Anche su questo, però, gli ispettori della Asl Rm4 stanno effettuando controlli e verifiche ulteriori, sembra anche legate alla qualità dell’ acqua delle vasche. Intanto arriva la conferma che l’ indagine della Procura è nata da un esposto presentato dal presidente nazionale del Codacons Carlo Rienzi. Ma non riguarda l’ episodio del suo telefonino sparito dopo che aver ripreso il trattamento di un ragazzo disabile a cui la cooperativa che gestisce il sito voleva far pagare il biglietto d’ ingresso. Su quello specifico caso sta indagando la polizia, intervenuta al momento del fatto. L’ esposto di Rienzi è successivo e lo ha presentato alla caserma dei carabinieri di via Antonio da Sangallo. Stefano Pettinari © RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox