8 Agosto 2002

Fertilia, odissea dei bagagli

Fertilia, odissea dei bagagli

Per diversi passeggeri di un volo Air One

ALGHERO. I passeggeri giunti a Fertilia domenica scorsa provenienti da Roma con il volo delle 15 della compagnia Air One, una volta a terra si sono presentati al nastro trasportatore ma delle loro valige, una sessantina, non c`era nessuna traccia. Da domenica per molti di loro l`aerostazione di Fertilia è diventata meta per un pellegrinaggio giornaliero alla ricerca dei propri effetti. Per uno di quei passeggeri, Antonio Lombardi, algherese, rientrato in famiglia per le feste di ferragosto, ma il problema sembrerebbe riguardare molti altri ancora, la valigia continua a essere volalitizzata.
Lombardi aveva all`interno della valigia tutti gli effetti personali della sua famiglia, abbigliamento compreso, e dopo un paio di giorni di attesa ha deciso di mettere mano al portafoglio per rimpiazzare il guardaroba. Spese evidentemente non previste al momento della partenza da Bologna.
«L`aspetto più negativo di questa vicenda – sottolinea Antonio Lombardi – è la situazione di abbandono nella quale un passeggero si trova. Oltre alle visite quotidiane in aeroporto, ripetute, a seconda degli orari degli arrivi, e ai contatti telefonici con personale, numeri verdi e quant`altro, ho la sensazione che dovrò trascorrere le mie vacanze davanti ai banchi dell`Air One. È vero che queste cose accadono, ma dopo quattro giorni non sapere dove sono finite le mie valige e soprattutto non avere alcun riferimento se non laconici «lo smarrimento dei bagagli è un fatto nornale», gttano addosso una sensazione di impotenza che fa rabbia. Mi rivolgerò al Codacons».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox