12 Ottobre 2012

FERROVIE: WI-FI POTENZIALMENTE PERICOLOSO, IL CODACONS REPLICA A TRENITALIA

    FERROVIE: WI-FI POTENZIALMENTE PERICOLOSO, IL CODACONS REPLICA A TRENITALIA

      CHIESTO AI MINISTERI DELLA SALUTE E DELL’AMBIENTE DI DISATTIVARE IL WI-FI SUI TRENI E VIETARE L’ALTA VELOCITA’ AI MINORI DI ANNI 6

    Dopo l’udienza di ieri al Tar del Lazio, in merito al ricorso del Codacons contro il wi-fi sui treni italiani, è arrivata la risposta delle Ferrovie dello Stato.
    Secondo Trenitalia il Wi fi a bordo dei convogli sarebbe conforme a tute le normative vigenti, e non comporterebbe alcun rischio per la salute, come confermerebbe il parere dell’Istituto Superiore per la protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA), che avrebbe effettuato un lungo ed accurato studio specifico. E che inoltre sarebbero errati i calcoli riportati dal Codacons in quanto cumulano gli effetti dei campi magnetici con quelli dei campi elettromagnetici.
    Ebbene, al riguardo il Codacons precisa come le verifiche effettuati dall’ISPRA ai fini del rilascio del suddetto parere hanno visto la partecipazione di funzionari della stessa Telecom, parte in causa e soggetto interessato al rilascio del parere.
    Inoltre, quanto a cumulo degli effetti dei campi magnetici con quelli dei campi elettromagnetici, posti a base dei calcoli del Codacons, si precisa come tali effetti influiscono sulla produzione di calore trasferiti da tali campi al corpo umano, e pertanto non rileva il tipo di emittente che lo origina e/o la causa dell’irraggiamento, quando poi il risultato finale è il calore.
    L’associazione precisa inoltre come le verifiche dell’ISPRA hanno preso a riferimento come altezza dal piano di calpestio del treno alla testa del passeggero, quella di 1,50 metri, quando invece tale altezza è di 1,35 metri e per i bambini di 1,10 metri. Al riguardo si rileva che tanto più bassa è tale altezza, tanto maggiore è l’esposizione ai campi elettromagnetici.
    Il Codacons ha pertanto chiesto ai Ministeri della Salute e dell’Ambiente di vietare l’alta velocità ai minori di anni 6 e di disattivare il wi-fi su tutti i treni.
     

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox