12 Ottobre 2009

FERROVIE: IL CODACONS DENUNCIA TRENITALIA ALLA CORTE DEI DIRITTI DELL’UOMO

    IERI CONDIZIONI INDECOROSE SULL’INTERCITY PALERMO-ROMA CARROZZE PUZZOLENTI, SEDILI SPORCHI, BAGNI ROTTI E SENZA ACQUA, E 45 MINUTI DI RITARDO

     
     
    Il Codacons denuncerà Trenitalia alla Corte Europea dei diritti dell’uomo di Strasburgo. Lo annuncia il Presidente Codacons, Carlo Rienzi, che fa riferimento all’Ic 728 Peloritano Palermo-Roma di ieri.
    “Le condizioni in cui ieri hanno viaggiato i passeggeri di questo treno sono inaccettabili e da terzo mondo – spiega il Presidente Codacons, Carlo Rienzi – Le carrozze erano caratterizzate da un odore sgradevole, i sedili sporchi, molti bagni fuori uso e senza acqua. Senza contare il ritardo di 45 accumulato dal convoglio”.
    “Non è tollerabile che alle soglie del 2010 i viaggiatori siano costretti a subire questo trattamento, pagando tra l’altro un salato biglietto. Come al solito poi i cittadini più penalizzati sono quelli del sud, per i quali il trasporto ferroviario non garantisce ancora decenti standard qualitativi. Per questo motivo – prosegue Rienzi – abbiamo deciso di rivolgerci alla Corte Europea dei diritti dell’uomo, affinché apra una indagine sull’accaduto e verifichi se le condizioni in cui viaggiano i passeggeri italiani, in particolare quelli dell’Ic Peloritano, siano adeguate e rispondano ai principi di dignità e rispetto dell’essere umano”.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox