24 Maggio 2020

Fase due e Decreto Rilancio. Un breve bilancio e un vademecum

In un primo momento le affermazioni di Giulio Tarro in materia di ricorso al plasma umano come via quasi pionieristica ma tutto sommato valida ed economica rispetto alle costose e lunghe, oltre che impervie, vie del Vaccino, aveva destato scandalo. Noi di Cronache della Campania siamo stati tra quelli che hanno sostenuto la buona fede dello scienziato napoletano. Oggi i risultati positivi di una èquipe medica di un Ospedale di Mantova sono sulla bocca di tutti, soprattutto dopo le ultime trasmissioni di Piazza pulita e le polemiche suscitate dal benemerito medico De Donno che ha adottato in via sperimentale questo vecchio metodo, rinnovandolo qualitativamente e proponendolo come cura anche alternativa al vaccino, se la carica anticorpale è potente. Pubblicità Ci sembra però opportuno precisare che abbiamo propugnato le cure anticovid senza indulgere su posizioni antivacciniste, ma piuttosto garantiste circa la qualità produttiva ineccepibile di essi. Nonostante lo sbraitare da Torquemada di Burioni ospite onnipresente in TV e poi ospite fisso di Fabio Fazio a Che tempo che fa. Tra la risatina perenne di Fazio, gli sberleffi di Luciana Litizzetto e le solenni intemerate dello stesso Burioni a favore del Vaccino con il risolutore unico possibile del Problema Corona Virus. Intanto il Codacons ha depositato una denuncia contro tali atteggiamenti che adottati su una Rete Rai sanno di dispotismo mediatico. Non bisogna dimenticare infatti che, durante la fase dura della Pandemia, la ‘terapia intensiva’ imperversava in Televisione e proposta dai Soloni di turno come unica via di fuga per la vittoria contro il Covid-19. E quindi tutti a tifare per gli ospedali da terapia intensiva, purtroppo compresi coloro che nelle sedi politiche istituzionali hanno in mano le chiavi della spesa dei soldi pubblici. Ma va così in Italia, la quale comunque ha trovato per la strada della pandemia un Meridione che – per proprio merito o per merito dello stellone italico, stavolta un po’ meridionalista – ha di fatto salvato il Paese da uno sfacelo sanitario di proporzioni inimmaginabili fatto di ricoveri intensivi, intubazioni inutili e morti senza fine. E’ dura, ma va detta tutta la verità. Però ci ha pensato il Presidente USA Trump ad aprire – anzi a far sbarrare – gli occhi agli speranzosi di ogni tipo sponda sanitaria. Trump infatti prima ha bloccato per gli USA tutta la produzione di idrossiclorochina con il nome commerciale di Plaquenil e poi, più di recente, ha prenotato a futura memoria tutta la produzione di Vaccino della SANOFI. Come dire: da qui all’ Eternità Sanofi produrrà vaccino non per il Mondo, ma per gli Stati Uniti. E basta. Non c’ è che dire. Una notevole prova di solidarietà umana. Ma intanto lo stesso Trump ha fatto sapere che prende una pillola al giorno di Plaquenil, nonostante il parere contrario di gran parte degli stessi suoi medici. Intanto siamo arrivati alla seconda Fase della Fase due prima senza mascherine, poi il casino delle mascherine, perché quelle a prezzo politico latitano in molte farmacie.Stato e Regioni continuano ad azzannarsi sul come e sul quando, ma si procede con il Decreto Rilancio che preannuncia un centinaio di decreti attuativi. Si salvi chi può!. A questo punto, le fondamentali precauzioni sono le uniche certezze salvifiche che ripetiamo all’ infinito per i nostri lettori. Mani da lavare spesso, occhi da difendere e toccare poco o niente, distanziamento sociale e mascherina, del tipo più semplice, che è quella chirurgica che tutti ormai conosciamo bene. Attenti ad evitare i luoghi affollati e a permanere poco tempo nei luoghi chiusi. Arieggiare al massimo i luoghi di permanenza necessaria, anche quelli casalinghi, gli studi professionali e i laboratori privati. Infine rispettare le regole sanitarie date per decreto, anche se sembrano eccessive. Si evitano contestazioni e ammende. Ma soprattutto si aiuta il sistema a sostenere l’ urto del Corona Virus. Casi come quelli di Salerno, della signora che non voleva mettere la mascherina, sono una offesa ai sacrifici di tutti. E vanno perseguiti per Legge. Al resto ci pensa Fontana, l’ impagabile Governatore della Lombardia, che ha affermato candidamente che le condizioni per aprire c’ erano tutte (beato lui!) e che quindi bisogna abituarsi a convivere con il Virus. Davvero? Ma sai che non ce ne eravamo accorti? Federico L.I. Federico.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox