fbpx
25 Maggio 2011

Farmer’s market in controtendenza cresce la spesa a chilometri zero

Se l’Istat denuncia un calo generalizzato delle vendite di prodotti alimentari, Coldiretti segnala invece un aumento record della vendita diretta – dal produttore al consumatore – di frutta, verdura e formaggi. E grazie a un accordo con Austostrade, nuovi mercati saranno aperti anche nelle stazioni di servizio
 

 
I prodotti tipici locali battono i cibi che arrivano dall’altra parte del mondo: è quanto emerge da una rilevazione della Coldiretti che registra come i "farmer’s market" siano in controtendenza rispetto al calo generale dei consumi 1 denunciato dall’Istat. Al punto che l’associazione dei coltivatori diretti lancia una nuova iniziativa: la spesa a chilometri zero anche nelle aree di servizio delle autostrade.
Import in calo. I dati Coldiretti segnalano il crollo del 74% delle importazioni di cocomeri dal Brasile, del 70% degli arrivi di pesche dal Sudafrica e del 47% dei mirtilli argentini, ma anche del 15% delle ciliegie dal Cile, che sono sempre meno sono presenti sulle "tavole snob" del Natale. Dall’indagine emerge anche una significativa tendenza all’acquisto di prodotti locali 2 a chilometri zero, per i quali gli italiani hanno speso nel 2010 la cifra record di oltre tre miliardi di euro, tra ‘farmer’s market’ e punti vendita aziendali.
Farmer’s market in crescita. In controtendenza rispetto all’andamento generale dei consumi, aumenta la spesa nei mercati degli agricoltori, che sono l’unica forma di vendita organizzata a crescere nel settore alimentare con la cifra record del 28%. Secondo Coldiretti, nell’ultimo anno 8,3 milioni di italiani hanno fatto acquisti nei mercati degli agricoltori di Campagna Amica. "Origine, qualità e prezzo sono garantiti dagli stessi produttori – spiega Coldiretti – e proprio la filiera corta è la base del successo dei farmer’s market. A questo si aggiunge nei consumatori la percezione della responsabilità sociale e ambientale che ha ogni atto di acquisto e il rapporto tra cibo e territorio, col riconoscimento del valore dell’identità locale delle produzioni".
Nel marzo 2011 sono saliti a 715 i mercati degli agricoltori di Campagna Amica. I prodotti più acquistati sono nell’ordine la verdura, la frutta, i formaggi, i salumi, il vino, il latte, il pane, le conserve di frutta, la frutta secca, i biscotti e i legumi, con una spesa media di circa 26 euro per visita. Secondo un sondaggio dell’associazione, il grado di soddisfazione è alto per il 75% degli acquirenti, medio per il 20% e solo per il 2% è basso (il 3% non ha risposto.) Inoltre il 91% dei clienti è propenso a consigliare questa forma di acquisto ad altri con il passaparola, che è stato fino a ora l’unica forma di pubblicità adottata per far conoscere i mercati. "Nei mercati degli agricoltori di Campagna Amica – precisa Coldiretti – si trovano prodotti locali del territorio che non devono affrontare lunghi trasporti con mezzi inquinanti, messi in vendita direttamente dall’agricoltore nel rispetto di precise regole comportamentali e di un codice etico ambientale, sotto la verifica di un sistema di controllo di un ente terzo".
Spesa a "km zero" in autostrada. Proprio per promuovere la vendita diretta dei prodotti alimentari, Coldiretti, Codacons e Autostrade per l’Italia lanciano la campagna "Ci vediamo al Mercato in Autostrada". A partire dal 28 maggio e fino al 26 giugno, tutti i week end frutta e verdura e prodotti locali saranno in vendita direttamente nelle aree di servizio delle autostrade. Tra le tratte interessate anche la A1, dove le aree di sosta "Prenestina Est" (direzione nord, solo la domenica) e "Prenestina Ovest" (direzione sud, solo il sabato) ospiteranno un mercato di vendita diretta di prodotti ortofrutticoli gestito direttamente dai coltivatori.
Nell’area di servizio saranno esposti in vendita anche prodotti tipici della zona a "km zero", ossia realizzati direttamente da produttori del posto, e ogni settimana vi saranno promozioni mirate su alcuni alimenti di stagione, venduti con sconti al 50%. Con l’acquisto di uno o più prodotti, inoltre, i cittadini avranno diritto a un caffè omaggio offerto da Autostrade per l’Italia, da consumare presso le aree di servizio. Il "Mercato in Autostrada" sarà aperto il sabato dalle ore 9 alle ore 14 e la domenica dalle ore 14 alle ore 19.

 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox