19 Luglio 2006

FARMACIE CHIUSE CODACONS: “PROTESTE INGIUSTE“

(Sesto Potere) – Bologna – 18 luglio 2006 – Il Codacons interviene stigmatizzando lo sciopero indetto per domani dai farmacisti, che protestano contro l`apertura della vendita dei farmaci nei supermercati. Le proteste dei farmacisti sono ingiuste – afferma il Codacons – considerato anche che il decreto Bersani consentirà un risparmio alle famiglie pari a 424 milioni di euro all`anno sulla spesa per i farmaci da banco, e aumenterà l`occupazione per gli stessi farmacisti. L`associazione annuncia quindi iniziative importanti in difesa dei consumatori: “Se i farmacisti abbasseranno domani le serrande li denunceremo per interruzione di pubblico servizio e chiederemo alle singole Regioni di valutare il ritiro delle licenze nei confronti delle farmacie ribelli, in relazione all`inadempimento del servizio. Per giovedì 20 proclamiamo inoltre il boicottaggio delle farmacie su tutto il territorio, invitando i cittadini a rivolgersi solo a quelle “comunali“ che, si ricorda, non aderiscono allo sciopero“. Nella speranza ovviamente – conclude il Codacons – che il Governo non ceda anche alla lobby dei farmacisti.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox