17 Novembre 2010

FARMACI: CODACONS, LIBERALIZZARE VENDITA FARMACI DI FASCIA C

(AGI) – Roma, 17 nov. – Un appello a Governo e Parlamento per liberalizzare la vendita dei farmaci di fascia C. Lo lancia il Segretario Nazionale del Codacons, Francesco Tanasi, che invita a proseguire nell’opera di liberalizzazione iniziata "con la prima lenzuolata Bersani". Per Tanasi si deve "al piu’ presto consentire di vendere nei supermercati non solo i farmaci da banco ma, come minimo, anche i farmaci di fascia C". E’, infatti, "evidente la contraddizione dell’attuale normativa: da un lato si obbligano i supermercati a far vendere i medicinali da un farmacista, impedendo un abbattimento dei costi, dall’altro non si consente loro di vendere anche gli altri farmaci. Il Ministro della Salute Ferruccio Fazio – afferma Tanasi – inoltre, dovrebbe affrontare anche il problema della durata eccessiva concessa alle industrie farmaceutiche per sfruttare i brevetti, durata che ritarda l’introduzione dei farmaci equivalenti ed il conseguente risparmio". In Italia, continua Tanasi, "i prezzi dei farmaci equivalenti sono piu’ alti del 25% della media dei prezzi europei e questo perche’ le industrie, da un lato, sfruttano la scarsa concorrenza nel settore per imporre prezzi piu’ alti rispetto al resto d’Europa e dall’altro perche’ compensano quanto fanno risparmiare allo Stato per i prezzi dei farmaci a carico del Servizio Sanitario Nazionale (classe A e H), rivalendosi sui consumatori ed innalzando i prezzi di tutti gli altri medicinali (fascia C, Sop e Otc). Anche di questo – conclude Tanasi – dovrebbero farsi carico Governo e Parlamento".(AGI) Red/Mao

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox