fbpx
5 Settembre 2001

Farmaci, c?è un nuovo allarme

Il Codacons denuncia alla Procura di Roma il Torvast, una statina prodotta dalla Pfizer


Farmaci, c?è un nuovo allarme


Sotto accusa un antigastrico, ritirato negli Stati Uniti, non in Italia




ROMA – Nuove ombre sulle statine. Interazioni con altri farmaci e controindicazioni per patologie di natura epatica e renale sono alla base delle denunce che il Codacons sta portando sui tavoli delle Procure di Torino e Roma. Dopo la Bayer, indagata per il Lipobay, è La battagliera associazione prova a mettere sul banco dgli imputati un altro colosso farmaceutico, la Pfizer. Secondo il leader del Codancons, Carlo Rienzi, il foglietto illustrativo di un farmaco,il Torvast, è ingannevole perché non spiega chiaramente quali siano gli effetti collaterali in caso di insufficienza renale. A farne le spese dell`ipotetica inadempienza sarebbe stato Giancarlo Iocca, romano, di 38 anni, a tutt`oggi ricoverato presso il Policlinico Gemelli. «La storia di Giancarlo risale al 20 aprile quando fu ricoverato all`Ospedale Sant`Eugenio perché soffriva da tempo di insufficienza renale fino a richiedere l`emodialisi. Dopo tre settimane di cure e attente indagini, gli fu diagnosticata una “sindrome miastenica con pregressa rabdomiolisi da Atorvastatina e insufficienza renale cronica in trattamento di dialisi“ – spiega l`Avvocato Claudio Coratella, fautore dell`esposto che il paziente ha presentato al Procuratore della Repubblica di Roma – comunque il Signor Iocca da tempo assumeva il Torvast in quanto già affetto da ipertrigliceridemia e ipertensione arteriosa. A questo punto ritengo che siano da accertare i motivi per cui sul cosiddetto “bugiardino“, il foglietto illustrativo del Torvast, sia espressamente dichiarato il “lecito impiego per gli anziani e pazienti con insufficienza renale“ e che soprattutto “non siano necessari aggiustamenti posologici nei pazienti con insufficienza renale“. Le confezioni acquistate da Iocca in data 2 settembre, recavano come ultima revisione del Ministero della Sanità quella operata ad ottobre 2000: non tenevano conto, quindi, delle ultime acquisizioni scientifiche che, dal 1996 ad oggi, avrebbero convalidato i fattori di rischio delle statine in concomitanza di insufficienza renale». Anche se ora Giancarlo Iocca sta meglio, continua ad accusare diffusi dolori muscolari che lo costringono spesso all`uso delle stampelle.
Ma sull?industria farmaceutica mondiale sta forse per abbattersi un altro ciclone. Questa volta la polemica riguarderebbe il Prepulsid, un farmaco impiegato per combattere disturbi gastrici il cui principio attivo è la cisapride. E? in corso infatti a Port Gibson, nel Mississippi, un processo nei confronti del produttore, la Johnson & Johnson: dieci persone chiedono un risarcimento di un miliardo di dollari, circa 2200 miliardi di lire, per aver contratto seri disturbi cardiaci, in seguito alla assunzione del Prepulsid. Non a caso il farmaco è stato ritirato dalla vendita, nel luglio dell`anno scorso, dalla stessa casa produttrice, dopo che report ufficiali ne avevano collegato l`uso a disturbi cardiaci, ad aritmie e, addirittura, ad un minimo di 80 decessi. Ma Kip Petroff, avvocato dei ricorrenti contro la Johnson & Johnson, e specializzato in problemi legati al mondo farmaceutico (due anni fa ha ottenuto cospicui risarcimenti per i danni derivanti dall`uso dei farmaci antifame fen-phen) usa toni ancora più catastrofici: “Per quanto ne sappiamo la cifra potrebbe essere dieci volte superiore, e arrivare ai mille decessi solo negli Usa“. In Italia la cisapride, pur essendo molto discussa, è ancora in vendita: la si trova come Prepulsid, Alimix e Cipril. Alla luce dei gravi effetti indesiderati il ministero della Sanità ha modificato il suo foglietto illustrativo, e ne prevede la prescrizione solo da parte dei medici ospedalieri. Nessuna nota specifica è invece presente sul sito del ministero della Sanità, nell`area dedicata ai farmaci e alla farmacovigilanza. Le autorità italiane per il momento sull?argomento tacciono.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox