25 Ottobre 2004

Farmaci, aumentano le ricette e vola la spesa

Farmaci, aumentano le ricette e vola la spesa


Otto prescrizioni all?anno per ogni italiano. Gli uomini consumano medicine più costose






ROMA – Alla fine dell?anno i medici avranno firmato otto ricette per ogni italiano. Circa una in più rispetto all?anno scorso. Salgono le prescrizioni e, ovviamente, salgono anche le spese. A luglio le uscite nette a carico dello Stato per il 2004 erano già salite del 10,5%. E l?andamento dei mesi successivi non ha portato particolari cambiamenti. Lo dimostra anche l?ultima rilevazione Istat secondo la quale gli italiani durante l?estate, hanno risparmiato su tutti i consumi meno che sulle medicine. E, spesso, per pillole e sciroppi, hanno sborsato cifre doppie rispetto agli stessi prodotti venduti in altri paesi europei. Proprio per accertare perché l?Aspirina (20 compresse) da noi costa quasi 4 euro e in Francia (50 compresse) ne costa poco più di 5 l?Intesaconsumatori ha deciso di presentare oggi un esposto alla Procura della Repubblica di Torino. L?Aspirina ma anche il Tavor e la Novalgina verranno messi sotto la lente.
Oltre i cittadini, anche il servizio sanitario nazionale deve fare i conti con una spesa farmaceutica in continua crescita: il paragone tra i primi sette mesi del 2003 e quelli del 2004, secondo l?elaborazione Federfarma, rileva un più 10,5%. Mentre se si prende un solo mese e lo si paragona a quello dell?anno prima l?impennata arriva al 16%. L?esempio più clamoroso è marzo. Ancora numeri che aiutano ad avvicinarsi al quadro di fine anno: nel 2003 i medici contavano 439milioni di prescrizioni, a luglio si era già arrivati a 279milioni.

I FARMACI

«L?incremento di spesa fino a luglio – spiega Federfarma, l?associazione che riunisce i 16mila farmacisti italiani – è legato a un aumento del numero delle ricette rispetto allo stesso periodo dell?anno precedente. Gli incrementi appaiono particolarmente rilevanti per alcune categorie di medicinali anche a causa dello spostamento delle prescrizioni verso medicinali di prezzo più alto. Con minime variazioni nella composizione che non ne modificano l?effetto terapeutico. E? il caso, ad esempio, dei afrmaci non coperti da brevetto, i generici per esempio, che vengono progressivamente abbandonati dai medici in favore di afrmaci ancora sotto brevetto e, per questo, più costosi».

LUI E LEI

Spesa in crescita sì, ma gli uomini, conti alla mano, sono più ?colpevoli? delle donne. Venticinque euro a ricetta per lei, ventotto euro per lui. Si ammalano di più, vanno più frequentemente dal medico, iniziano a freuqntare gli ambulatori fin dall?adolescenza ma, al servizio sanitario nazionale, signore e signorine costano meno. E? quanto emerge dal Rapporto Arno, realizzato dal Consorzio Interuniversitario Cineca in collaborazione con il Consorzio Mario Negri Sud.
Oltre 120 pagine di lavoro, ad organizzare la ricerca è stata Marisa De Rosa responsabile del dipartimento Sanità del Cineca, nelle quali vengono messi a confronto ricette e quantità di farmaci prescritti a lui e a lei. «Il motivo principale di questa differenza – spiegano i ricercatori – sta nel fatto che le donne fin dall?adolescenza sono abituate ad andare dal medico, a prendersi cura del proprio corpo e, quindi, di curarsi prima che sia troppo tardi. Gli uomini, generalmente, arrivano alla terapia quando la malattia ha bisogno di molte cure. Spesso lunghe e costose».

CHI STA MEGLIO

Ad ogni donna, vengono fatte mediamente 8 ricette all?anno (si contano 15,4 pezzi) contro le 7 degli uomini (13,6 pezzi). Nonostante questo, le spese pendono verso i maschi. Dalla giovinezza fino alla vecchiaia: la spesa media annua è di 318 euro per gli uomini e 280 per le donne. Anche nella fascia in cui lui e lei dovrebbero stare meglio, dai 20 ai 45 anni, le signore aiutano lo Stato a risparmiare: 109 euro in media all?anno le signore, 132 i signori. Nella classifica rosa dei consumi capeggiano farmaci contro le infezioni, gli antidepressivi e gli antidolorifici e, in costante crescita, gli antagonisti dell?ulcera. In quella azzurra, anti-ipertensivi e farmaci contro il colesterolo.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox