fbpx
1 Ottobre 2018

Falsi contratti Enel: processo a Catania

 

CATANIA – Si svolgerà presso il tribunale di Catania il processo che vede imputato un procacciatore d’affari che avrebbe stipulato falsi contratti con la società “Enel Energia S.p.a.” per la fornitura di energia elettrica per uso domestico.

Il procacciatore, a seguito della denuncia depositata dal Codacons alla Procura etnea, è oggi imputato per sostituzione di persona, reato che prevede la pena della reclusione fino a un anno.

Nel caso in questione l’utente a cui era stata distaccata la corrente elettrica ha contattato la società “Enel Servizio Elettrico” per avere delucidazioni, venendo a conoscenza che non era più cliente, perché passato a “Enel Energia”, tutto questo senza che l’utente avesse mai chiesto il cambio di gestore, né tanto meno fosse mai stato avvisato di tale passaggio ad altro fornitore.

L’utente, quindi, assistito dal Codacons, ha inoltrato a Enel Energia domanda per avere copia del contratto. Ricevuta la copia ha constatato che tutte le firme apposte erano false. Inoltre i servizi aggiuntivi e le promozioni indicati nel contratto non erano mai stati richiesti. Pertanto il Codacons ha deciso di denunciare i fatti alla Procura di Catania.

“Bisogna sempre diffidare di tutti dice l’associazione -. In teoria sarebbe meglio non aprire la porta: deve essere l’utente a contattare per primo l’azienda, dopo aver studiato le offerte, e non viceversa”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox