26 giugno 2017

Fabio Fazio rischia grosso: il caso stipendio in Rai finisce in tribunale

 

Il caso Fabio Fazio finisce davanti ai magistrati. Il Codacons , per bocca del presidente Carlo Rienzi , è disposto a misure estreme pur di fare chiarezza sul nuovo milionario contratto che legherà ancora il conduttore di Che tempo che fa alla Rai : “È una sorta di furto con destrezza, tenuto conto della natura pubblica della Rai”. L’ associazione consumatori presenterà un esposto alla Corte dei Conti e alla magistratura ordinaria, così come il dem Anzaldi lo farà all’ Anac. Il sospetto generale è che sulla vicenda qualcuno abbia speculato per far lievitare i conti a viale Mazzini. Quando la rottura tra Rai e Fazio sembrava irrimediabile, ricorda Il Giornale , girava voce di un accordo vicino tra il conduttore e la La7 di Urbano Cairo . Tutto falso, perché ora dall’ azienda di Cairo fanno sapere che non solo non c’ è mai stata alcuna offerta concreta ma che nessuno si fosse mai sognato di avanzarla, scottati dai disastri economici del contratto di Maurizio Crozza . La domanda dunque è: chi ha messo in giro quelle voci, che hanno messo pressione sui vertici Rai? E perché? E ancora: a viale Mazzini ora assicurano il contratto di Fazio non è stato aumentato, restando ai 2,2 milioni di euro . Problema: come faranno a realizzare un’ intera stagione di Che tempo che fa con “soli” 600mila euro , dal momento che stando al budget per lo show ufficializzato dalla tv pubblica il “pacchetto complessivo” dei costi programma+conduttore è di 2,8 milioni ? Sì, qualcosa non torna.