11 luglio 2018

Ex popolari, sui rimborsi Bitonci convoca i comitati

pressing in parlamento dei favorevoli al decreto. ma il sottosegretario chiede ancora tempo
VENEZIA «Il decreto è già sul tavolo del ministro, che a questo punto lo deve firmare». Franco Conte del Codacons condensa in questa dichiarazione la giornata romana di comitati e associazioni favorevoli ad una rapida applicazione del decreto approntato dal precedente governo per attuare il fondo risarcimento varato a dicembre con la Legge di bilancio. Alla spicciolata i comitati hanno incontrato ieri tra Camera e Senato parlamentari dei gruppi di Forza Italia (la capogruppo Gelmini con Dario Bond), dei Cinque Stelle (Maniero, Raduzzi e Paragone), della Lega (Coin) , di Fdi (De Carlo e Lollobrigida) e del Pd (Martucci e Marino). La richiesta è sempre quella: «Che venga pubblicato il decreto attuativo del fondo, che abbiamo avuto assicurazione dall’ ex ministro Pier Carlo Padoan che abbiamo incrociato, è già sulla scrivania del suo successore», dice Patrizio Miatello. «Ma dalla Lega è stato riconosciuto che c’ è una pausa di riflessione indotta dalle indicazioni giunte da altri comitati». Quelli contrari alla soluzione del decreto così com’ è stato scritto. E a chiedere più tempo è il sottosegretario all’ Economia, Massimo Bitonci: «So dell’ arrivo dei rappresentanti ieri a Roma. Vorrei tranquillizzarli: la questione è seguita e non sottovalutata. Capisco la fretta, ma non credo che, giunti a questo punto, qualche giorno in più faccia la differenza. Il tema è complesso e valutato in tutti gli aspetti, anche in rapporto all’ Europa». In sostanza, rispetto ai rischi che Bruxelles possa valutare i risarcimenti come aiuti di Stato e chiederne la restituzione. Ma dove vada a parare la vicenda è chiara. «Il decreto è fermo, sì, anche in rapporto agli scontenti, che ci sono», aggiunge il sottosegretario leghista padovano. Che conferma di aver parlato ieri del fondo con il ministro Giovanni Tria: «Confermo che l’ intenzione con il collega sottosegretario Alessio Villarosa è di convocare la prossima settimana le associazioni per valutare le modifiche al provvedimento. L’ idea politica di fondo che Lega e Movimento Cinque Stelle sostengono è di ampliare la platea dei risarciti. E stiamo verificando le possibili maggiori coperture rispetto al decreto precedente. Credo che valga la pena attendere ancora qualche giorno in più».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this