fbpx
19 Giugno 2019

EX ILVA: CODACONS CHIEDE A MINISTRO DI MAIO DI UTILIZZARE RESIDUO DEL SEQUESTRO RIVA PER INDENNIZZARE VITTIME

 

PROVVEDIMENTO SIA MESSO ALL’ORDINE DEL GIORNO DELLA RIUNIONE DEL PROSSIMO 24 GIUGNO

La parte residua delle somme sequestrate alla famiglia Riva e non ancora utilizzate devono essere destinate ad indennizzare le vittime dell’Ilva. Lo chiede il Codacons, dopo l’inchiesta di Milena Gabanelli sul miliardo di euro sequestrato nel 2017 in Svizzera e riconducibile al tesoro accumulato dal gruppo Riva.
“Ad oggi circa 450 milioni di euro delle somme poste sotto sequestro sono nelle disponibilità dei Commissari Straordinari, e non hanno ancora alcuna destinazione – spiega il presidente Carlo Rienzi – Il rischio concreto è che tali soldi siano distratti per sanare i bilanci in rosso dello Stato o per altre operazioni che nulla hanno a che vedere con Taranto. Per tale motivo chiediamo oggi al Ministro dello sviluppo economico Luigi Di Maio di inserire all’ordine del giorno della riunione del prossimo 24 giugno sull’Ilva la destinazione delle somme residue sequestrate ai Riva, prevedendo il loro utilizzo per indennizzare le vittime dell’inquinamento ambientale di Taranto, cittadini che ancora oggi chiedono giustizia e rimangono inascoltati dalle istituzioni”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox