23 Febbraio 2021

EX ILVA: CODACONS ATTACCA IL MINISTRO GIORGETTI. ESCLUDE CITTADINI DI TARANTO DAL CONFRONTO

     

    ASSOCIAZIONE BOCCIA RICHIESTE DEL SINDACO MELUCCI: NO A DECARBONIZZAZIONE, UNICA STRADA PER TUTELARE POPOLAZIONE E’ CHIUSURA IMPIANTI

    Il Ministro per lo Sviluppo Economico Giorgetti convoca tutti sul caso dell’ex Ilva, ma esclude i diretti interessati: i cittadini di Taranto. Lo denuncia oggi il Codacons, che lamenta la mancata convocazione al Mise dell’associazione e delle organizzazioni che rappresentano i residenti tarantini.
    “Sull’acciaieria di Taranto Giorgetti ha ascoltato tutti, dai sindacati agli enti locali, escludendo i diretti interessati, coloro cioè che subiscano le ripercussioni della grave situazione ambientale – afferma il presidente Carlo Rienzi – E’ assurdo che i cittadini non siano stati convocati dal Ministro, e chiediamo oggi una formale convocazione del Codacons al tavolo di confronto, considerato che anche il Consiglio di Stato ha ribadito in passato l’obbligo in capo al Mise di coinvolgere la nostra associazione sulla questione dell’ex Ilva”.
    Il Codacons contesta inoltre le richieste del sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, che ieri nel corso dell’incontro col Ministro Giorgetti ha parlato di decarbonizzazione dell’acciaieria e transizione tecnologica.
    “Non è certo questa la soluzione per eliminare le emissioni nocive e tutelare la salute e l’ambiente – attacca Rienzi – Se si vuole davvero salvare la popolazione di Taranto, l’unica strada da percorrere è la chiusura definitiva degli impianti, come da anni chiedono i cittadini”.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox