15 Agosto 2007

Evasione fiscale. Valentino Rossi si difende “Sono stato crocifisso“

Evasione fiscale Sul Tg1 e su Tg5 il video di due minuti del campione di motociclismo Valentino Rossi si difende “Sono stato crocifisso“
Il Dottore assicura che chiarirà tutto. Proteste del Codacons Clark Richard

LONDRA “Ho la coscienza pulita, questa storia si chiarirà al più presto“: questo il passaggio chiave del video di “autodifesa“ che Valentino Rossi ha fatto pervenire alla sede Rai di Londra, che è stato trasmesso dal TG1. “I professionisti che mi fanno la denuncia dei redditi spiega il campione mi hanno assicurato, come ho sempre chiesto di rispettare le regole, che questo hanno fatto“ Il video, della durata di circa due minuti, inizia con Valentino, ripreso nella sua casa londinese, che saluta i tifosi e si dice “amareggiato per la maniera in cui mi hanno trattato i media negli ultimi giorni. Mi hanno crocefisso e condannato prima delle necessarie verifiche, come spesso accade“. “Sono stato di più sui giornali ora aggiunge il pluricampione del mondo che quando ho vinto i sette mondiali. Hanno sbattuto il mostro in prima pagina, con una storia completamente inventata con la Canalis, che conosco appena. Mi hanno dipinto come un playboy che gira nudo per le spiagge“. “Un fascicolone con numeri e numerini è stato quasi dato prima alla stampa che a me dice ancora Rossi -. Da sette anni ho la mia residenza a Londra, in questa bella casa. Londra, non Paperopoli o un paradiso fiscale su qualche isoletta. L`ho scelta perché mi piace e per le esigenze del mio mestiere. È chiaro che sono stato strumentalizzato, probabilmente perché il fisco italiano non è d`accordo con quello di altri paesi, come l`Inghilterra. Però la soluzione devono trovarla fra loro, senza prendersela con me“. Il filmato con Valentino Rossi che, ripreso nella sua casa di Londra, spiega le proprie ragioni nella vicenda delle sue disavventure con il fisco, è stato recapitato anche al TG5, che lo ha mandato in onda nella sua edizione serale. Rossi ha concluso il discorso precisando che “d`ora in poi parlerò solo di motociclismo. Ai miei tifosi dico che ci vediamo domenica a Brno, dove andrò come al solito per vincere“. “Non appena finita l`intervista di Valentino Rossi andata sul Tg 5 e sul Tg 1, hanno cominciato a fioccare al Codacons le email di protesta dei consumatori. La situazione più assurda è avvenuta alla Rai, dove ricordiamo che Padoa-Schioppa, in quanto ministro del Tesoro, è da un lato socio di maggioranza della Rai e dall`altro quello che ha contestato a Valentino il mancato pagamento delle tasse, attraverso le strutture di controllo dipendenti dal suo ministero“. Lo sottolinea il Codacons in una nota. “Inoltre è stato messo in onda un servizio preconfezionato da Valentino stesso, senza possibilità per i giornalisti di interloquire con domande. Il Codacons diffida Padoa-Schioppa ad intervenire immediatamente nei confronti del Consiglio di Amministrazione della Rai.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox