5 Gennaio 2002

Euro, Primo Sabato Di Shopping

Euro, Primo Sabato Di Shopping, Superata Soglia 50% Di Utilizzo

Primo sabato di shopping all`insegna della nuova moneta nei 12 paesi che hanno adottato l`euro. Non e` piovuta l`attesa valanga di contante: il timore di clienti e commercianti di finire le scorte in euro ha fatto prediligere i pagamenti con le carte di credito, mentre c`e` chi ha approfittato degli acquisti per disfarsi degli ultimi contanti nella divisa nazionale. Oltre il cinquanta per cento delle transazioni commerciali avviene ormai in euro, a quattro giorni dall`arrivo delle nuove monete e banconote. Lo rende noto la Commissione europea, nel consueto aggiornamento. “In appena 4 giorni, di cui solo tre lavorativi – sottolinea la Commissione – l`euro e` diventato la divisa piu` utilizzata dagli europei per il pagamento in contanti. La velocita` del changeover riflette l`entusiasmo della gente per la nuova moneta“. In un supermercato di Bologna e` possibile, rivolgendosi al personale addetto, scambiare lire con euro prima di fare acquisti mentre in Francia alcuni grandi magazzini hanno optato per registratori di cassa separati per gli acquisti in euro e per quelli in franchi. Nessun problema in Olanda, dove i supermercati sono stati riforniti, proprio in vista degli acquisti di oggi, di banconote da 5, da 10 e da 20 euro. Da lunedì ci sarà poi il banco di prova dei saldi, i primi nei tempi dell`euro. Le regioni che danno il via agli sconti saranno Veneto, Basilicata e Friuli Venezia Giulia; ultima la Valle d`Aosta che iniziera` il 10 febbraio. Per quel che riguarda le grandi citta` a Venezia i saldi inizieranno il 7 gennaio, a Genova l`11, a Roma e Milano il 12, a Firenze il 21 gennaio, a Napoli il 20, a Palermo il 15 a Cagliari l`8 gennaio. Intanto è partita l`offensiva legale delle associazioni dei consumatori contro i rincari dei prezzi da arrotondamento che, secondo Codacons, Adusbef, Federconsumatori e Adoc hanno fatto seguito all`introduzione dell`euro. “Avevamo previsto un rincaro dei prezzi – affermano le associazioni in una nota – ma nessuno si aspettava una situazione di anarchia che mai come in questo momento regna sovrana“.

    Aree Tematiche:
  • EURO
Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox