18 Dicembre 2009

Esposto del codacons alla corte dei conti che fine faranno i vaccini anti influenza a?

 Sembra passata, se non definitivamente almeno attenuata, la tempesta mediatica riguardante l’influenza A.  Valutata più oggettivamente la situazione, il Codacons ora intende far quadrare i conti circa i vaccini. Quanti saranno buttati? Quanti verranno prodotti?  è sulla base di questi interrogativi che il Codacons chiede alla Procura della Corte dei Conti di aprire un’indagine per accertare se vi sia stato o vi sarà sperpero di denaro pubblico. «Secondo gli ultimi dati resi noti si conferma che il picco, previsto per fine dicembre, in realtà è ormai tramontato, visto che da tre settimane consecutive vi è una riduzione degli accessi al pronto soccorso e del numero dei ricoveri per sindrome respiratoria acuta – comunica il Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e la tutela dei diritti di utenti e consumatori -. è evidente che questa errata previsione sul picco farà sì che molti non si vaccineranno più. Dall’inizio della campagna vaccinale, complessivamente sono state somministrate, secondo i dati resi noti nell’ultimo bollettino del ministero della Salute di mercoledì 9 dicembre, 611.425 prime dosi e 1.666 seconde dosi. In totale, però, sono 5.030.851 le dosi di vaccino distribuite».  Il Codacons si chiede che fine faranno? Potranno essere utilizzate anche il prossimo anno o scadranno prima? E se il virus mutasse? Quanti vaccini saranno alla fine buttati nella spazzatura?

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox