10 Novembre 2020

Esposti in Procura per il “caos” della seconda ondata di virus

Un esposto, a tutte le procure del Piemonte, contro il “caos degli ospedali”. Come nella prima ondata, c’ è chi ha deciso di rivolgersi alla magistratura affinché valuti se, oltre alla virulenza di questo virus maledetto, vi siano anche altre cause dietro la situazione drammatica che sta vivendo la nostra regione. E questa volta è il Codacons ad annunciare che oggi verranno prsentate diverse denunce. L’ associazione dei consumatori chiede, in particolare, «di indagare i vertici regionali e di sequestrare tutti i documenti relativi all’ attività posta in essere dall’ am ministrazione sul fronte della gestione delle strutture sanitarie». Omissione di soccorso, ritardo e omissione di atti d’ ufficio e concorso in omicidio colposo le possibili fattispecie di reato ipotizzate dal Codacons, che nell’ esposto chiede di sequestrare tutti i documenti relativi all’ attività posta in essere dall’ amministrazione sul fronte del potenziamento degli ospedali in Regione e della gestione dell’ emergenza Covid, valutando la nomina di un tecnico per la gestione dei ricoveri, anche trasferendo i pazienti nelle strutture sanitarie di altre regioni.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox