21 Novembre 2019

Esplosione in un deposito di fuochi d’ artificio: 4 morti

Un deposito di fuochi d’ artificio è esploso mercoledì pomeriggio a Barcellona Pozzo di Gotto, nel messinese, causando la morte di quattro persone e il ferimento di altre tre. Tra le vittime anche la moglie del titolare della ditta, di 71 anni, e un figlio, di 37, mentre sembra che il proprietario in quel momento non fosse sul posto. Due feriti, ricoverati in ospedale con gravi ustioni, sono stati recuperati subito, mentre un terzo è stato trovato vivo dopo circa due ore dall’ esplosione, sotto le macerie.Lo scoppio, fortissimo, sentito a diversi chilometri di distanza, ha coinvolto l’ azienda ‘Vito Costa e figli’, molto nota nella zona. L’ esplosione è avvenuta alle 16.45, intorno alle 19 le fiamme erano spente mentre i vigili del fuoco, come ha spiegato il portavoce Luca Cari, si muovevano con cautela in una situazione di grande rischio. Sulla vicenda è intervenuto il ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo: “Seguo con dolore e apprensione le notizie che arrivano da Barcellona Pozzo di Gotto. Esprimo vicinanza e cordoglio alle famiglie delle vittime. Potenziare la sicurezza sul lavoro è un mio obiettivo primario: presto sarà operativa la patente a punti che premia le aziende virtuose”. Il Codacons segnala invece che l’ incidente di Barcellona Pozzo di Gotto porta “a 68 il numero totale di vittime registrate in Italia dal 2000 a oggi a causa di esplosioni nelle fabbriche di fuochi d’ artificio. Una vera e propria strage che riporta la questione della sicurezza in primo piano”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox