21 Aprile 2019

Esodo da bollino rosso per 14 milioni

 

Paolo Teodori ROMA La prevalenza del bel tempo e l’ occasione di un lungo ponte festivo da ieri a mercoledì 1 maggio ha fatto scattare in molti italiani la voglia di caricare i bagagli in macchina e mettersi in viaggio, onorando così al meglio la tradizione delle festività pasquali. Secondo stime attendibili dovrebbero essere circa 14 milioni gli italiani in viaggio da qui ai prossimi giorni su strade e autostrade. E a detta del Ccis (Centro di coordinamento informazioni sulla sicurezza stradale) le altre giornate da «bollino rosso», oltre al primo maggio, saranno il 25 e il 28 aprile. Il flusso delle partenze ieri ha fatto registrare il suo picco nelle prime ore del giorno, con un numero importante di autoveicoli sulla rete stradale e autostradale, praticamente da bollino rosso. Il tutto facilitato dal consueto stop alla circolazione dei mezzi pesanti con peso superiore a 7,5 tonnellate: ieri dalle ore 9 alle 16, oggi, giornata di Pasqua, dalle 9 alle 22 e lunedì dell’ Angelo ancora dalle 9 alle 22. Gli spostamenti finora sono stati sostenuti lungo la rete autostradale di Liguria, Lombardia e Toscana e lungo la dorsale appenninica, tirrenica e adriatica; traffico intenso anche in uscita da Roma verso Napoli, Firenze e in direzione di Civitavecchia. Tra le mete preferite per Pasqua e Pasquetta figurano i laghi di Garda, Maggiore e d’ Iseo, ma verranno prese d’ assalto anche le località di montagna e quelle costiere, e come sempre le città d’ arte e i piccoli borghi di cui l’ Italia è ricca, sovente per fare interessanti tour enogastronomici. Traffico intenso anche in prossimità dei valichi di frontiera con l’ Austria e la Francia, caratterizzato per lo più da vacanzieri stranieri diretti verso le riviere della Liguria, della Romagna e delle Marche. Oggi gli spostamenti, soprattutto sulle tratte autostradali, dovrebbero essere più brevi, con un incremento previsto nelle aree del centro-sud. Diverso lo scenario per Pasquetta, caratterizzato come ogni anno da traffico intenso a causa delle tradizionali gite fuori porta e dalla possibilità, quest’ anno, di prolungare la vacanza grazie ai ponti del 25 aprile e del primo maggio. Nei prossimi giorni gli addetti ai lavori prevedono circolazione sostenuta anche mercoledì 24 aprile, venerdì 26 e sabato 27 aprile e tra il pomeriggio di martedì 30 aprile e la mattina del primo maggio. Il 65% degli italiani ha deciso di consumare a casa propria o di parenti e amici il tradizionale pranzo di Pasqua, imbandendo una tavola il cui valore complessivo oscilla tra 1,2 e 1,5 miliardi. Si stima una spesa media di quasi 70 euro a famiglia, secondo Coldiretti/Ixè. Solo un esiguo 5% si manterrà a dieta in vista dell’ estate e un 3% mangerà vegano o vegetariano, ma nel Paese l’ alimento più rappresentativo della tradizione e quindi più consumato a Pasqua resta la carne d’ agnello che viene servita in oltre la metà delle tavole (51%) in casa, nei ristoranti e negli agriturismi. Confcooperative quantifica il calo dei consumi di uova di cioccolato (29 milioni) per i più piccoli e di colombe (23 milioni) al 15% in meno rispetto al 2018. Secondo il Codacons inoltre sulle tavole degli italiani arriveranno circa 40 milioni di uova fresche, più di 13.000 tonnellate di salumi e insaccati, circa 5.000 tonnellate di carne di agnello.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox