25 Giugno 2001

Esami: l?incognita dei test multidisciplinari

Esami: l?incognita dei test multidisciplinari

Maturità, ogni scuola sceglie la terza prova

ROMA – Superati gli scogli delle prove di italiano e della seconda prova scritta diversa per indirizzo, mente e ansie dei maturandi 2001 sono ora concentrate sulla terza prova scritta: i temutissimi test pluridisciplinari con i quali gli studenti saranno alle prese oggi. E intanto, dopo le fughe di notizie in Internet sulle tracce dei primi due scritti, c`è chi giura che per i test sarà ancora peggio. Secondo Attilio Velasco, di Studenti.it, oggi la rete potrebbe ancor più essere inondata di contatti, alla ricerca delle soluzioni dei test. Tanto più che, da quest`anno, il terzo scritto diventa più articolato. Sono infatti previste diverse tipologie di prove: quesiti a risposta singola e multipla, trattazione sintetica di alcuni argomenti, analisi di casi pratici, problemi a soluzione rapida, sviluppo di progetti. Le commissioni potranno inoltre decidere di articolare la prova utilizzando il numero massimo di domande previste, 40. Ecco nel dettaglio le tipologie previste dalla legge per la terza prova scritta.
TRATTAZIONE SINTETICA – Viene richiesta, appunto, una «trattazione sintetica» con l`indicazione dell?estensione massima consentita, per numero di righe o di parole. La commissione può anche decidere di presentare ai candidati un testo, in relazione al quale vengono poste delle domande specifiche.
QUESITI – La prova può essere articolata in una o più domande «chiaramente esplicitate», con risposte formulate dai candidati e in una lunghezza massima indicata dalla commissione. Ma sono previsti anche i classici quiz, con risposte predeterminate.

PROBLEMI – Le proposte della prova dovranno essere legate agli indirizzi di studio e alle esercitazioni fatte dai candidati in determinate materie.
CASI PRATICI – È un`esercitazione didattica particolarmente diffusa negli istituti professionali e tecnici. Può coinvolgere più materie e richiede risposte sintetiche.
SVILUPPO DI UN PROGETTO – È proposto in particolare negli istituti professionali e tecnici. In generale, all`interno della terza prova scritta deve essere previsto un breve spazio destinato all`accertamento della conoscenza della lingua o delle lingue straniere comprese nel piano di studi dell`ultimo anno.
POLEMICHE – Ancora polemiche sulla fuga di notizie che si è verificata in occasione delle prime due prove scritte. Dopo l`apertura di un`inchiesta da parte della magistratura per accertare il reale svolgimento dei fatti e le eventuali responsabilità nello svolgimento degli esami, il Codacons fa sapere che i ragazzi che non supereranno le prove scritte potranno fare ricorso. A questo proposito l`associazione per la tutela dei diritti dei consumatori ha predisposto sul proprio sito (www.codacons.it) un modello per il ricorso.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox