fbpx
20 Giugno 2004

Errore nella versione, diffidato il ministro

Il Codacons chiede alla Moratti di attribuire a tutti gli esaminandi 15 punti per la prova di greco

Errore nella versione, diffidato il ministro



L`errore nella versione di greco contenuto nella prova scritta di due giorni fa per il liceo classico, rischia di aprire migliaia di contenziosi giudiziari. Sono già decine, infatti, i genitori di maturandi che si sono rivolti al Codacons per essere tutelati.
Infatti l“`outo“ al posto di “oupo“ che poteva cambiare completamente il senso della frase ma soprattutto, a catena, la comprensione di tutto il resto della versione, secondo l`associazione dei consumatori, ha determinato la nullità delle prove.
«In questa situazione – precisa il Codacons – il ministro Moratti dovrà dare istruzioni entro due giorni alle commissioni per attribuire a tutti i maturandi del liceo classico il voto massimo per la seconda prova scritta, ossia 15. Infatti, se qualcuno a causa dell`errore ha travisato la versione ottenendo di conseguenza un voto basso e quindi un voto finale non eccellente, rischia di vedersi precluso l`accesso a molte facoltà universitarie che richiedono un minimo di voto finale con enormi danni alla successiva carriera».
Per questo il Codacons ha diffidato il ministro Moratti «ad emanare entro 48 ore una circolare con la quale si attribuisce a tutti i maturandi del liceo classico il voto massimo, ossia 15, per la prova scritta di ieri, così da sanare il refuso nel testo di Platone che potrebbe aver ingiustamente indotto in errore migliaia di studenti».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox