20 Novembre 2011

Ennesimo raid di vandali alla stazione imbrattato il sottopasso appena ripulito

Ennesimo raid di vandali alla stazione imbrattato il sottopasso appena ripulito

Non c’ è pace per i pendolari di Ladispoli. Dopo i ripetuti guasti all’ ascensore dello scalo ferroviario di piazzale Roma, anche i vandali sono tornati nuovamente a imperversare all’ interno del sottopasso della stazione. Le mura appena tinteggiate del sottopassaggio sono state ancora una volta imbrattate con scritte deliranti ed oscene, uno spettacolo indecoroso per gli oltre 8.000 viaggiatori che quotidianamente salgono sui treni nella stazione di Ladispoli. Il raid teppistico, che ha causato danni per centinaia di euro, ha riproposto per l’ ennesima volta il problema della mancanza di sorveglianza nello scalo dove le Ferrovie dello stato si rifiutano di far installare le telecamere di sicurezza proposte dal comune. A rendere le giornate ancora più amare per i pendolari del litorale ci hanno pensato anche numerosi treni che nelle prime ore del mattino sono arrivati con l’ impianto di riscaldamento guasto e le carrozze simili a celle frigorifere. E, come se non bastasse, in alcuni casi anche con i finestrini rotti o completamente abbassati. «E’ una situazione assurda – dice il coordinatore del Codacons del litorale, Angelo Bernabei – che penalizza le centinaia di utenti di Ladispoli e Cerveteri che usufruiscono dei treni per andare a lavorare e rischiano di buscarsi una polmonite. La prossima volta chiedere l’ intervento della Protezione civile per soccorrere chi viaggia in carrozze con temperatura polare». RIPRODUZIONE RISERVATA.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox