11 Giugno 2010

Eni divisione gas & power nel mirino dell’Autorità per l’energia

Eni divisione gas & power nel mirino dell’Autorità per l’energia. L’Authority ha aperto, infatti, un’istruttoria dopo numerose segnalazioni di disservizi ricevute dallo sportello per il consumatore e dalle associazioni dei consumatori. I disservizi segnalati riguardano le bollette e, in particolare, il rispetto della periodicità di fatturazione prevista dai contratti di fornitura, a fronte di forti ritardi nell’invio delle bollette, le richieste di conguagli per gli anni fra il 2005 e il 2008 e la carenza di informazioni di dettaglio sugli stessi conguagli. L’Authority ha anche annunciato di aver ordinato ad Eni di adottare misure immediate a tutela dei consumatori, per evitare potenziali effetti pregiudizievoli nei loro confronti, in attesa della conclusione dell’istruttoria. Intanto, il Codacons ha calcolato che la lunga serie di rincari dei carburanti si ripercuoterà anche sulle tariffe energetiche di luce e gas. Perciò l’associazione dei consumatori prevede una stangata di almeno 500 euro a famiglia. «Se il governo non varerà misure efficaci ci troveremo di fronte ad un ulteriore impoverimento dei cittadini», avverte il Codacons.
 
 
 
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox