18 Dicembre 2018

Energia, Arera: Portale Offerte, presto tutte le proposte del mercato libero

 

Il Portale Offerte è pronto per il confronto di tutte le proposte del mercato libero dell’ energia. Sono oltre 3.500 le proposte già presenti. Si potranno confrontare anche le offerte congiunte di luce e gas. La novità arriva con la fine, questo mese, della terza fase di sviluppo del Portale Offerte, il sito dell’ Arera (l’ Autorità per l’ energia), gestito da Acquirente Unico, pubblico e indipendente, che dallo scorso luglio permette a famiglie e piccole imprese di confrontare e scegliere in modo semplice le offerte di luce e gas. Con questo ultimo passaggio il portale presenta anche le offerte generalizzate del mercato libero e permetterà ai consumatori, continuando a caricarne altre, di consultare tutte le proposte esistenti. Sostiene Arera in una nota: “Queste si affiancano alle oltre 3.500 proposte già presenti sul Portale Offerte: al suo avvio infatti erano state inserite le offerte PLACET (con contratti standard di facile confrontabilità), poi le offerte del mercato libero che già erano state inserite volontariamente nel ‘Trova Offerte’ (il precedente strumento di comparazione dell’ Autorità) e, allo stesso tempo, era stata resa visibile la spesa annuale personalizzata per la maggiore tutela elettrica e tutela gas”. Ci sarà la possibilità di confrontare anche le offerte congiunge luce e gas, le dual fuel ; saranno inseriti nuovi filtri per affinare la ricerca, ad esempio secondo la tipologia di sconto, le modalità di pagamento o la presenza di servizi aggiuntivi; ci saranno più informazioni nella pagina di dettaglio delle offerte. Per l’ Unione Nazionale Consumatori, che apprezza la novità, il Portale va comunque migliorato. “Finalmente non ci sono più solo le offerte placet, ossia le offerte in cui le condizioni contrattuali sono stabilite da Arera e, quindi, uguali per tutti i fornitori ed a variare è solo il prezzo, ma tutte quelle del mercato libero – commenta Marco Vignola, responsabile del settore energia dell’ Unione Nazionale Consumatori – Il portale, però, va ancora migliorato, come già richiesto ad Arera. Le offerte sono ancora difficilmente confrontabili. Quello del mercato tutelato, va messa all’ inizio della videata, come era a suo tempo per il Trova offerte. Va data, poi, la possibilità al consumatore di mettere in evidenza l’ offerta che ha in corso in quel momento, anche se magari non più disponibile per nuovi clienti. Inoltre, non è possibile confrontare contemporaneamente le offerte a prezzo fisso con quelle a prezzo variabile e, per la luce, le monorarie con quelle a fasce. Il risultato è che bisogna comparare 4 schermate, invece di una sola, rendendo arduo il confronto. Infine, i dati non si possono ancora esportare in pdf ed excel”. Per il Codacons il Portale Offerte messo a punto non basta. L’ associazione ha lanciato un gruppo d’ acquisto, in collaborazione con la società europea Pricewise, che “mira a mettere insieme un elevato numero di consumatori che vogliono passare a un contratto di energia meno oneroso a condizioni contrattuali garantite, “strappando” contratti più convenienti proprio grazie alla forza di negoziazione garantita dall’ elevato numero di partecipanti”. “Oramai non è più sufficiente comparare le offerte e a fronte dei pesanti rincari delle tariffe luce e gas registrati nel 2018, con un maggior esborso pari a 1,3 miliardi di euro per le famiglie italiane, l’ obiettivo deve essere uno soltanto: ottenere una riduzione delle bollette – dice il presidente Carlo Rienzi – In tal senso il Codacons ha lanciato nei giorni scorsi la campagna ” Stop rincari energia ” finalizzata ad ottenere già dal prossimo anno risparmi sulle bollette energetiche degli italiani”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox