25 Marzo 2013

Enel sbaglia intervento, arriva il risarcimento

Enel sbaglia intervento, arriva il risarcimento

        

SANT’ AGOSTINO Subito dopo il terremoto di maggio, avevano subito danni irreversibili a tutti gli elettrodomestici presenti in casa: televisori, lavatrici, lavastoviglie e lampade, saltate di netto dopo un intervento errato da parte dei tecnici Enel, che in via Risorgimento a San Carlo aveva allacciato corrente industriale al posto della normale energia per uso domestico. Adesso quelle stesse persone hanno ottenuto un risarcimento totale dei danni. E’ quanto fanno sapere dal Codacons regionale, l’ associazione a tutela dei consumatori, annunciando il conseguimento di «una nuova vittoria». E’ lo stesso presidente regionale, Bruno Barbieri, a raccontare quanto accaduto: «I fatti risalgono ai giorni successivi al terremoto del maggio scorso – spiega Barbieri – quando Enel, nella frazione di San Carlo a San Agostino, in seguito alla rottura di alcuni cavi elettrici avvenuta a causa degli interventi sulle macerie, nel ripristinare l’ erogazione di energia ha erroneamente allacciato la corrente industriale anziché i normali 220 volt per uso domestico. L’ errato intervento causò quindi danni irreversibili a tutte le apparecchiature elettroniche dei residenti di via Risorgimento». Alcuni residenti si sono quindi rivolti all’ associazione per far valere le proprie ragioni. Dal Codacons è stata offerta l’ assistenza dell’ avvocato ferrarese Adriana Tempesta, che è riuscita ad ottenere da Enel il risarcimento totale sia delle fatture presentate per gli oggetti sostituiti sia dei preventivi. «Per chi non ha ottenuto risposte o per chi non ha ancora deciso che strada intraprendere – fanno sapere dall’ associazione – ci si può rivolgere al numero verde 800.05.08.00, inviando una mail a [email protected], oppure contattando direttamente l’ avvocato Tempesta».
        

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this