7 Marzo 2013

Enel, controversie più indolori Con i consumatori c’ è l’ accordo

Enel, controversie più indolori Con i consumatori c’ è l’ accordo

 

Como Buona notizia per i 400mila clienti comaschi di Enel. Il traguardo è la risoluzione delle controversie in modo semplice e gratuito, evitando il ricorso alla giustizia civile, con tutti i conseguenti aggravi di costi e tempi per clienti e azienda. Raggiungere un accordo tra le parti in modo bonario – questo, in sintesi, il proposito – lasciando come ultima spiaggia l’ intervento dei giudici e prediligendo la trattativa tra consumatore e gestore pur di non finire in un’ aula di tribunale a discutere di ragioni e torti. Se ne è parlato ieri a Milano nell’ ambito di un incontro promosso da Enel e dalle associazioni lombarde dei consumatori. Si tratta di un evento pensato con l’ intento di presentare il nuovo regolamento di conciliazione paritetica. Così facendo, si vuole quindi dare una adeguata pubblicità a questo nuovo strumento nato con l’ ambizione di raggiungere lo «snellimento delle procedure, la riduzione dei tempi di definizione dei contenziosi, la flessibilità operativa e gestione locale». L’ obiettivo Questo, per spingere quanto più possibile alla «risoluzione stragiudiziale delle controversie». Un’ opportunità che non solo Enel, ma anche le associazioni che si occupano di tutela del consumatore, valutano con estremo favore. Questo per snellire la mole di contenziosi in atto, a tutto vantaggio dei protagonisti degli stessi. Incontrarsi Di fronte all’ aumento delle liti, insomma, Enel e consumatori testimoniano il desiderio di ricomporre le tensioni senza ulteriori gradi di giudizio. In questo insieme si lavora a un progetto che avvicini azienda e clienti anche nelle fasi di ipotetica tensione. Il momento più difficile, appunto, ma che si può risolvere in maniera almeno più indolore, a cominciare dai tempi e dall’ approccio. Coinvolte le associazioni riconosciute dal Consiglio nazionale consumatori e utenti (Acu, Adiconsum, Adoc, Adusbef, Altroconsumo, Assoutenti, Casa del consumatore, Cittadinanzattiva, Codacons, Confconsumatori, Centro Tutela Consumatori e Utenti, Verbraucherzentrale, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Movimento Consumatori, Unione Nazionale Consumatori). Alberto Gaffuri.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox