15 Giugno 2021

EMERGENZA RIFIUTI, CODACONS: A ROMA SI VA VERSO AUMENTO DELLA TARI

     

    PRONTI AD IMPUGNARE QUALSIASI RINCARO DELLA TARIFFA RIFIUTI E A DENUNCIARE SINDACA RAGGI E AMA PER TRUFFA

    ROMANI POSSONO CHIEDERE RIDUZIONE TARI FINO ALL’80% PER MANCATA RACCOLTA SPAZZATURA

    Un aumento della Tari sembra oramai inevitabile a Roma, e l’emergenza rifiuti della capitale finirà per essere scaricata da Ama e Comune sulle tasche dei cittadini romani attraverso un rincaro della tariffa sui rifiuti. Lo denuncia il Codacons, pronto alla battaglia legale contro qualsiasi aumento della Tari.
    “Annunciamo fin da ora un ricorso al Tar contro qualsiasi rincaro della tariffa rifiuti che dovesse essere deciso dall’amministrazione, un atto che sarebbe palesemente illegittimo e rappresenterebbe una beffa per i cittadini – spiega il presidente Carlo Rienzi – A fronte della mancata raccolta della spazzatura e delle inefficienze di Ama e Comune, infatti, gli utenti subirebbero un aggravio di costi per un servizio che viene reso in modo del tutto inadeguato e con peggioramenti continui, come dimostra la situazione attuale”.
    Un rincaro della Tari, considerato il drammatico quadro della capitale sul fronte dei rifiuti, potrebbe addirittura configurare ipotesi penalmente rilevanti come quella di truffa a danno degli utenti – prosegue il Codacons, pronta a rivolgersi alla magistratura penale.
    L’associazione ricorda infine che le famiglie danneggiate dalla mancata raccolta dei rifiuti possono ottenere una riduzione fino all’80% della Tari, come previsto dalla legge, aderendo all’azione collettiva lanciata dal Codacons alla pagina https://codacons.it/azione-rifiuti-roma-agisci-la-restituzione-delle-somme-percepite-illegittimamente-dallama/

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox