15 Febbraio 2011

Emergenza randagi: denuncia Codacons

Emergenza randagi: denuncia Codacons
 

«Un motociclista è vivo per miracolo dopo aver evitato, lungo la Strada Statale Catania-Paternò, la carcassa di un cane presente sul ciglio della strada». A denunciarlo, dopo una segnalazione, èla responsabile per i diritti degli animali dell’ ufficio del segretario nazionale del Codacons Gabriella Barchitta, che definisce «vergognosa» la situazione a Catania in merito ai problemi del randagismo e degli abbandoni di animali e chiede l"’ intervento immediato» delle istituzioni. Barchitta definisce l’ incidente stradale sfiorato «uno dei centinaia di esempi possibili di degrado e pericolo derivati dall’ incuria nella gestione degli animali» aggiungendo che in città è provincia «è elevatissimo il numero di cuccioli di cani randagi». «I risultati di questa noncuranza del Comune e della Provincia nei confronti degli animali – osserva Barchitta – sono disastrosi non solamente per le coscienze di chi non tollera un simile abbandono per gli animali, ma addirittura a livello sociale». «Tra Catania e provincia – conclude – solamente a Nesima l’ Asp sterilizza e cura gli animali. Gli altri distretti del territorio provinciale rimangono chiusi per mancanza di sale operatorie e strumenti di lavoro per i veterinari che dovrebbero prestarvi servizio. Una vergogna assoluta e intollerabile». Barchitta sottolinea inoltre che «il problema più grande riguarda le sterilizzazzioni e i cani ammalati di leshmaniosi».
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox