25 Maggio 2004

ELEZIONI; LISTA CONSUMATORI, I PARTITI HANNO PAURA DI NOI





(ANSA) – MILANO, 24 MAG – “I partiti sono terrorizzati dalla Lista dei Consumatori. Alcuni istituti di ricerca ci danno addirittura oltre il 5%. Facciamo paura perché ci rivolgiamo agli incerti o a chi a votare non ci va più, a destra come a sinistra“. E` questa la convinzione di Carlo Rienzi, leader del Codacons e capolista alle Europee per la Lista dei Consumatori, il quale afferma: “siamo gli unici a difendere i consumatori e i cittadini, vessati dagli interessi di banche, assicurazioni e potentati vari. E proprio per questo la stampa, in particolare la Rai, ha deciso di boicottare la nostra lista negandoci ogni visibilità“. Rienzi è sicuro che “nei prossimi anni il Movimento dei consumatori sarà la vera novità della scena politica, un pò come è successo alle ultime presidenziali Usa con Ralph Nader“. “Entrambi gli schieramenti – ha detto Rienzi questa mattina, presentando il programma e la lista – hanno difeso gli interessi delle grandi lobby. Nel 2001 il governo D`Alema fece la legge salva-banche, così come il governo Berlusconi si è inventato, qualche anno dopo, la legge salva-assicurazioni. Per questo noi diciamo al cittadino e al consumatore che se vuole votare per i suoi interessi ora può farlo; altrimenti non importa, noi continueremo le nostre battaglie di sempre anche fuori dalle istituzioni“. “In Europa – ha proseguito Rienzi – vogliamo creare un grande consorzio che metta insieme diversi soggetti per comprare grosse quote di assicurazioni auto da compagnie straniere, in modo poi da reimmetterle sul mercato a prezzi più bassi. E poi ci batteremo contro gli Ogm e per la tutela della salute nel piatto“. La prossima grande battaglia in Italia sarà invece quella sugli alloggi e contro il caro-affitti: “Così come avevamo previsto il rincaro dei prezzi a seguito dell`introduzione dell`euro, così adesso prediciamo che l`anno prossimo scoppierà il dramma degli affitti. Noi proponiamo una cosa semplice e chiara: non far pagare l`Ici al possessore d` immmobili che affitta ad equo canone“. Un`altra proposta riguarda il controllo sui prezzi: “Basterebbe imporre, attraverso una legge, che sui prezzi delle merci sia esposto anche il costo del prodotto all`ingrosso, in modo che il consumatore sappia davvero regolarsi e capire chi lo vuol truffare. Sono tutti provvedimenti estremamente semplici ma che la classe politica si è guardata bene dall`adottare“. La lista dei Consumatori-Codacons si presenta anche alle elezioni provinciali di Milano. Candidato presidente è Marco Donzelli.“La Provincia – ha detto Donzelli – è un ente sostanzialmente inutile e l`ultima scelleratezza è stata proprio quella di crearne una nuova, quella di Monza, che porterà solo nuovi costi e ulteriore burocrazia. Però fino a quando questa istituzione esisterà noi cercheremo di fare comunque qualcosa di utile. Per esempio creare un centro di orientamento per il consumatore oppure istituire la figura del difensore civico. Oltre a questo, porteremo in dote nel nuovo Consiglio provinciale le nostre consuete battaglie in difesa dell` ambiente, contro l`inquinamento e a tutela degli utenti del trasporto pubblico. Insomma, vogliamo portare la nostra ventennale esperienza a difesa del cittadino anche dentro le istituzioni“. Nessuna indicazione per ora in vista di un eventuale ballottaggio Colli-Penati: “Queste sono le nostre proposte, chi decide di farle proprie avrà il nostro sostegno“, ha commentato Rienzi. Per protestare contro l` “ostracismo“ dei mezzi di comunicazione nei confronti della loro lista e dei loro candidati, infine, Rienzi e Donzelli hanno annunciato che domani insceneranno una “girotonderella“ (ovvero un girotondo sulle note di una tarantella, “perché in Italia tutto finisce sempre a tarallucci e vino“) davanti alla sede Rai di Milano.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox