fbpx
17 Luglio 2019

Elezioni del rettore: dopo il Pd anche il Codacons chiede il rinvio

CATANIA – “Dubbi sulla legittimità della procedura utilizzata” per convocare le elezioni per la nomine del nuovo rettore dell’ Università di Catania per il 23 agosto sono stati avanzati dal Codacons, che ha chiesto il rinvio delle elezioni e “un intervento chiarificatore da parte del Miur e della presidenza del Consiglio dei ministri con un auspicato apporto collaborativo dell’ Anac”. La richiesta del dirigente dell’ ufficio legale regionale dell’ associazione, Carmelo Sardella, segue quella avanzata ieri dal segretario del Pd etneo, Enzo Napoli. Il dirigente Codacons ha inoltre chiesto l’ accesso agli atti amministra tivi dell’ Ateneo. Si contesta “la portata del decreto luogotenenziale del 7 settembre 1944 che sembrerebbe esser stato illegittimamente utilizzato dal decano – Vincenzo Di Cataldo ndr – per convocare d’ urgenza le imminenti elezioni del rettore”. Per l’ associazione “l’ eccezionalità e gravità dell’ inchiesta “Università bandita” con le indagini ancora in corso e oggi con nuovi indagati, potrebbe esser tale da non rendere valide le indette elezioni universitarie laddove, l’ unico ‘organo accademico’ competente ad avviare la procedura elettorale è il Senato accademico, che non può essere convocato e presieduto da altri all’ infuori del Rettore o Prorettore”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox