10 Febbraio 2002

Elettrosmog, sale la protesta


ORVIETO ? Mobilitazione contro le antenne per la telefonia mobile e contro il rischio elettromagnetismo. L`iniziativa intrapresa dai consiglieri comunali della Margherita si è già concretizzata nella raccolta di oltre quattrocento firme nel centro storico con le quali si chiede al Comune di sospendere le licenze già concesse per impianti di telefonia mobile in via Loggia dei Mercanti e via Cesare Nebbia. Adesso si apprende che il Comune avrebbe rilasciato almeno un`altra licenza per un impianto da realizzare tra Sferracavallo e la Segheria per i telefoni Umts. «Su questa vicenda chiederemo informazioni al piu` presto perchè non è possibile che vengano installate le antenne dall`oggi al domani senza che nessuno ne venga informato», dice Sergio Casasole del consiglio di zona di Sferracavallo. Nel frattempo, le associazioni ambientaliste nazionali hanno accolto la richiesta dell`esponente della Margherita Maurizio Conticelli che le aveva invitate ad Orvieto per parlare dei gravissimi rischi per la salute legati all`elettromagnetismo. «Il 23 febbraio si svolgerà un incontro in sala consiliare con i rappresentanti di Codacons, Legambiente ed associazione Alce nel corso del quale si chiederà ancora una volta al Comune di approvare un regolamento per l`installazione di questi impianti e che tenga conto delle leggi nazionali», spiega Conticelli. La legge quadro sull`elettrosmog fissa la potenza delle emissione in sei volts per metro e prevede la possibilità per i comuni di dotarsi di un regolamento che, ad esempio, determini le distanze obbligatorie dalle abitazioni. Alcuni comuni del Lazio hanno già stabilito che i ripetitori non possano trovarsi a meno di 300 metri dalla case. «Dopo l`approvazione del regolamento è necessario anche un piano per decidere dove localizzare i ripetitori ? dice Conticelli ? noi chiediamo che si scelgano terreni pubblici anche per evitare la speculazione dei privati. In attesa è indispensabile che vengano rimossi gli impianti che sono già stati collocati in città».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this