20 Marzo 2002

Elettrosmog, assemblea a Scoglitti

CHIESTA LA RIMOZIONE DELLE ANTENNE


Elettrosmog, assemblea a Scoglitti con il legale del Codacons


VITTORIA ? E` servita quanto meno a fissare dei paletti l`assemblea tenutasi sabato mattina a Scoglitti, nei locali della scuola media «L. Sciascia», tra i cittadini e il rappresentante del Codacons avvocato Riccardo Di Bella. Al centro del dibattito la questione su come far rimuovere le antenne già installate all`interno dell`abitato cittadino e la proposta di regolamento recante norme per il controllo delle attività che producono inquinamento elettromagnetico, presentata dall`assessore all`Urbanistica Nuccio Tuttobene e quanto prima oggetto di discussione in Consiglio comunale. Trattandosi di una materia molto complicata, cercare di riuscire a coniugare progresso e tutela della salute dei cittadini non è sempre cosa semplice. «Vero è che allo stato attuale non c`è certezza circa la pericolosità delle antenne ? ha detto Di Bella ? ma è vero anche che non essendo stato dimostrato il contrario, stabilire dei punti fissi a scopo puramente cautelativo, che diano una certa sicurezza ai cittadini dovrebbe essere un dovere per chi ricopre cariche di responsabilità. In particolare, la proposta di regolamento dell`assessore Tuttobene ? ha proseguito ? è una delle migliori che finora siano state prodotte perché oltre a essere assolutamente in sintonia con quanto richiesto dalla legge, appare anche equilibrata sforzandosi di coniugare le due opposte esigenze». Questo però non significa, come richiesto dall`assemblea, che non si possa ulteriormente migliorare in alcune sue parti. Oltre a una maggiore chiarezza circa le zone sottoposte a vincolo di tutela e a una maggiore distanza rispetto ai 150 metri dalle posizioni ottimali, il punto su cui maggiormente i presenti hanno insistito e che intendono portare all`attenzione del sindaco Francesco Aiello è che i siti dove dovranno essere istallate le nuove antenne vengano individuati prima di procedere alla approvazione del regolamento. «Prendiamo e facciamo nostro quanto detto dall`avvocato ? dicono i componenti del comitato cittadino ? circa la proposta del regolamento. Ci auguriamo che anche il sindaco accolga le nostre richieste con la stessa serenità da noi dimostrata. Come pure prendiamo atto del fatto che l`appoggio apparentemente dimostrato da parte di alcune forze politiche è stato solo pretestuoso e strumentale ai loro fini». Sulle antenne già istallate il discorso rimane invece ancora aperto perché il comitato dovrà decidere se presentare o meno ricorso.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox