10 Aprile 2001

Elettrosmog, Amato convoca i ministri

Elettrosmog, Amato convoca i ministri

Lettera di Dini al premier: «Inopportune le parole di Bordon». Verdi all` attacco Il presidente del Consiglio cercherà di trovare una mediazione tra le varie posizioni

Elettrosmog, Amato convoca i ministri Lettera di Dini al premier: «Inopportune le parole di Bordon». Verdi all` attacco ROMA – Si allarga lo scontro istituzionale sulle onde elettromagnetiche di Radio Vaticana. Il ministro della Sanità Veronesi ripet e che «alla luce delle conoscenze scientifiche» i presunti pericoli delle onde «non sono una priorità». Il ministro dell` Ambiente Bordon dice il contrario, non fa passi indietro, è ancora pronto a staccare la corrente elettrica all` emittente. Il mi nistro degli Esteri Dini, che ha apprezzato l` approccio di Veronesi, ha scritto una lettera irritata al capo del governo, giudicando «inopportune» parole e iniziative di Bordon. Per cercare di ridare un indirizzo politico univoco e coerente al gover no, il presidente del Consiglio ha convocato i tre ministri a Palazzo Chigi. Oggi alle 16, prima che Bordon comunichi la sua decisione (prevista per le 17.30) sul destino delle trasmissioni radiofoniche dell` emittente, Amato dovrà trovare una mediaz ione fra le diverse posizioni. L` approccio scientifico di Veronesi ha attirato su di sé gli strali del Codacons (che ne chiede le dimissioni), del comitato dei cittadini di Roma Nord (che si dicono «inorriditi» dalle sue posizioni), dei ministri ver di Mattioli e Pecoraro Scanio (che contestano il fondamento scientifico delle argomentazioni di Veronesi). Il principio di precauzione di Bordon, che sposa l` allarme dei cittadini che vivono all` ombra delle antenne, ha invece «scavalcato» politicam ente i lavori di una commissione mista italo-vaticana, da tempo alla ricerca di un` intesa sulle onde magnetiche priva di «strappi» internazionali e avallata dalla Farnesina. Alla luce di questi contrasti il compito di Amato, oggi pomeriggio, non sar à facile. Ieri è trapelato parte del contenuto della lettera che il ministro degli Esteri Dini ha scritto al presidente del Consiglio, giudicando «inopportuna» l` iniziativa di Bordon, ovvero la minaccia di staccare la corrente elettrica a Radio Vati cana se questa non si adeguerà alla legge. Una lettera a cui ha replicato così il ministero dell` Ambiente: «Un atto davvero singolare, che interferisce con le nostre specifiche competenze. Dini sembrerebbe dimenticare la sovranità della Repubblica i taliana sul suo territorio». Allo scontro fra Dini e Bordon, si aggiunge quello più chiassoso fra Veronesi e l` anima ambientalista del governo e della maggioranza. Ancora ieri il ministro della Sanità ha ripetuto: «Per gli investimenti nella prevenz ione delle malattie scegliere il rapporto fra costi e benefici è un imperativo morale e quindi, alla luce delle conoscenze attuali, le onde magnetiche non sono una priorità».
Parole che confermano quanto già espresso due giorni fa e che ieri hanno pr ovocato un` enorme mole di reazioni. Durissima Grazia Francescato, portavoce dei Verdi: «Da questa scienza arrogante e saccente mi sarei attesa più umiltà. Stiamo preparando un uovo di Pasqua per il ministro Veronesi. Secondo lui due bambini non fann o statistica. Vorrei vedere se fossero figli suoi, per noi sono sempre vite da salvare». Attacca Veronesi anche il ministro delle Politiche Comunitarie Gianni Mattioli: «Sono stupito e amareggiato dalle sue affermazioni. Due mesi fa gli ho consegnato una ricca bibliografia che dimostra la correlazione fra campo elettromagnetico e insorgenza di tumori e leucemie. Sono convinto che sulla vicenda Bordon andrà sino in fondo. E Amato ha sempre scelto di appoggiare il principio di precauzione, sono ce rto che lo farà anche in questo caso». Abituato a polemizzare a distanza con Veronesi, anche il ministro delle Politiche Agricole Pecoraro Scanio dice la sua: «Quella di Veronesi è una posizione assolutamente minoritaria, sorprendente e isolata. Nel migliore dei casi sono parole in libertà. Nel dubbio prevale sempre il diritto alla salute».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox