10 Gennaio 2022

Effetto Omicron anche sui treni Raffica di corse regionali cancellate

 

Sono 180 i treni regionali di Trenitalia, pari al 3% dell’offerta locale, che saranno cancellati a partire da oggi per la riorganizzazione del servizio dovuta alla diffusione dei contagi Omicron, mentre complessivamente – tra cancellazioni e sostituzioni con autobus – saranno 550 le corse interessate, pari al 9% del trasporto regionale. Lo spiega il gruppo Fs sottolineando che da oggi Trenitalia riorganizzerà i collegamenti regionali e le Frecce, con cancellazioni pianificate, “quanto più possibile contenute nei numeri e, soprattutto, mirate alle fasce orarie di minore affluenza”.

“I tagli ai treni decisi nelle ultime ore da Trenitalia e Italo – protesta Codacons, l’associazione dei consumatori – rappresentano un enorme danno per gli utenti del trasporto ferroviario, e il Governo deve intervenire per garantire in tutta Italia il servizio su rotaia”. La decisione delle società, secondo l’associazione, “sembra motivata da esigenze di bilancio, nonostante il trasporto ferroviario sia un servizio pubblico indispensabile da garantire anche in presenza di una crescita dei contagi e indipendentemente dalla flessione della domanda. Chiediamo al Governo di intervenire affinché il trasporto ferroviario sia garantito in egual modo in tutta Italia”.

“Se vogliamo evitare che il settore dei trasporti ferroviari si blocchi a causa del Covid con ricadute gravi per pendolari e lavoratori – osserva Raffaella Paita, presidente della commissione trasporti della Camera – è indispensabile una strategia da parte del Mims che affronti il problema dei contagi tra il personale delle Ferrovie. Una soluzione potrebbe venire da pullman sostitutivi o meccanismi che consentano di reperire macchinisti e personale di bordo”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox