8 Maggio 2018

Effetto buste bio: non si compra più frutta sfusa

Italiani pigri o con il braccio corto? A pochi mesi dall’ introduzione dell’ obbligo dei sacchetti biodegradabili, uno studio ISMEA rivela una flessione delle quantità vendute di prodotti ortofrutticoli freschi del 3,5% (-7,8% la spesa) a fronte di un’ impennata senza precedenti degli acquisti di ortofrutta fresca confezionata (+11% in volume e +6,5% la spesa). Un trend probabilmente era già in atto che, unito alla reazione dei consumatori al nuovo obbligo, ha portato a far salire il peso degli ortofrutticoli confezionati sulle vendite fino al 32% contro il 29% del primo trimestre 2017. Questo nonostante, a parità di prodotto, i confezionati costino mediamente il 43% in più degli sfusi. Complessivamente, nei primi tre mesi del 2018 i consumi dei prodotti ortofrutticoli freschi e confezionati, sono cresciuti di quasi l’ 1% su base annua. L’ aumento ha riguardato essenzialmente gli ortaggi (+6%), le patate (+3%) e gli agrumi (+6%), mentre il resto della frutta ha registrato un calo del 10% circa. I dati diffusi da ISMEA, giungono al termine di giorni “caldi” per l’ ancor giovane vita dei sacchetti bio a pagamento, entrati in scena il primo gennaio. La scorsa settimana infatti è arrivata la circolare del Ministero della salute con la quale si accoglieva la diffida presentata dal Codacons in cui si chiedeva di consentire ai consumatori l’ utilizzo di sacchetti per la spesa, borse o retine riutiliz zabili e di emanare con urgenza la relativa circolare. Al grido di vittoria dell’ associazione («tutte le nostre richieste sono state accolte» ha affermato il presidente Rienzi) sono seguite le polemiche dell’ Unione nazionale consumatori: «La circolare del ministero della Salute sui sacchetti bio non risolve un bel nulla perché non consente di portare le borse riutilizzabili da casa, ma solo quelle nuove». Dura anche la presa di posizione della Federazione Italiana Dettaglianti dell’ Alimentazione che parla di soluzione «totalmente avulsa dalla realtà» che «non tiene conto delle dinamiche che avvengono in un esercizio commercia le». Raf.Str.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox