8 Settembre 2014

E-commerce, accordo Netcomm-Consumatori contro le controversie

E-commerce, accordo Netcomm-Consumatori contro le controversie

   
Nell’ era digitale il consumatore è passato da semplice obiettivo (delle aziende), ad attore attivo del mercato. Questo anche grazie all’ e-commerce che anche in Italia sta finalmente decollando: ogni anno il settore cresce a doppia cifra e il fatturato complessivo per il 2014 è stimato a oltre i 13 miliardi di euro. E se il settore cresce così tanto vuol dire che il numero di chi fa acquisti online aumenta anch’ esso (anzi si impenna): negli ultimi 3 anni si è passati da 9 a 16 milioni. E in un momento in cui i consumi nazionali sono in calo, l’ e-commerce rappresenta un’ opportunità anche per i dettaglianti, che possono “allargare” il loro raggio di clienti in qualsiasi parte del mondo. Per tutti questi motivi il Consorzio Netcomm e le principali Associazioni dei consumatori hanno siglato un protocollo d’ intesa per tutelare i consumatori da eventuali controversie. Fra le firmatarie: ACU, Adoc, Adusbef, Altroconsumo, Assoconsum, Assoutenti, Cittadinanzattiva, Codacons, Codici, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa Del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori. “La rete ha favorito anche la nascita di comunità di consumatori intelligenti, in grado di influenzare qualsiasi tipo di mercato. L’ Italia arriva in ritardo – afferma Luigi Gabriele, responsabile Relazioni Istituzionali e Affari Regolatori dell’ Associazione Consumatori CODICI – ma grazie alla preziosa collaborazione tra retailer e consumatori, la nostra associazione Codici è giunta all’ accordo frutto del lavoro svolto in questi mesi con NetComm con il quale non saremo più troppo indietro”. “La fiducia dei consumatori, la trasparenza e la sicurezza delle transazioni, uniti alla qualità del Made in Italy – continua Gabriele – potranno farci recuperare velocemente il tempo perso . La nostra associazione è consapevole e pronta nella sfida di rappresentare e tutelare i consumatori italiani in questo nuovo e sempre più sbalorditivo mercato del Web”. “Miglioreremo anche noi la nostra compliance, infatti a breve sulla scia di queste nuove politiche di rappresentanza dei diritti 2.0, dopo aver lanciato spazioconsumatori.tv , la prima web tv informativa dei consumatori, lanceremo nuove iniziative come il restyling completo di www. codici.org e nuovi servizi per tutelare il consumatore nel mondo virtuale oltre che in quello reale”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox